Sant’Agata, scontro politico sulla futura sede del Commissariato

696

Argomento di scontro al consiglio comunale di Sant’Agata Militello, è stavolta l’immobile Onmi, destinato al Commissariato della Polizia come sede dei relativi uffici. Eppure rimane ancora chiuso nonostante sia stato completato. La minoranza, dunque, interroga il sindaco Bruno Mancuso sul motivo per il quale la delibera per la regolarizzazione tra l’Agenzia del demanio e il Comune per l’uso dei locali abbia accumulato un notevole ritardo.

Tra l’altro l’Agenzia del Demanio si è dichiarata disponibile a rinunciare agli indennizzi relativi all’ultimo quinquennio ed a trasferire la proprietà dell’immobile “Asteria” al Comune,  come contropartita per i costi sostenuti dall’Amministrazione comunale per la ristrutturazione dell’immobile statale. Per questo la proposta transattiva sembra essere vantaggiosa per l’ente ai fini dell’utilizzo.

E’ seguita la risposta di Antonio Scurria che ha specificato che“la proposta di transazione presenta criticità di carattere contabile e finanziario evidenziate dagli uffici comunali e dai revisori dei conti in ordine, intanto alle imposte comunali dovute all’Ente ed alla valutazione dell’immobile “Asteria”. Nessun ritardo, pertanto è stato prodotto in relazione al trasferimento degli uffici del Commissariato nei locali dell’ex ONMI in quanto già nel mese di giugno scorso l’ex sindaco aveva consentito l’immissione in possesso dell’immobile all’Agenzia prima che il Consiglio si esprimesse sulla transazione”.  In ogni caso l’interrogazione è inserita all’ordine del giorno del civico consesso convocato per il 29 ottobre prossimo, quando si discuterà del problema.