Tortorici, tre dipendenti comunali assolti dall’accusa di peculato

1032

Il fatto non sussiste: si è concluso con l’assoluzione piena il processo a carico dell’ex economo e di due agenti contabili del comune di Tortorici.

Il Tribunale di Patti, in composizione collegiale (Presidente Sandro Potestio, a latere Francesco Torre e Vincenzo Mandanici), ha mandato assolti dalla grave accusa di peculato, l’ex economo del Comune nebroideo, Sebastiano Caprino Miceli e due agenti contabili dello stesso comune, Graziella Mucimarra e Franca Parasiliti.

Gli imputati, rispettivamente difesi dagli avvocati Giuseppe Mormino, Alessandro Pruiti e Stefania Gugliotta, erano accusati di essersi appropriati di somme di denaro, di cui avevano la disponibilità per ragione del loro ufficio, omettendo di provvedere alla rendicontazione ed al versamento presso la Tesoreria comunale di somme anticipate o da loro riscosse a vario titolo nell’esercizio contabile 2012.

All’esito del dibattimento, accogliendo la richiesta congiunta della Pubblica Accusa e delle difese degli imputati, il Tribunale ha assolto gli imputati dal reato loro contestato con la formula più ampia, perché il fatto non sussiste.

Il Comune di Tortorici, costituitosi parte civile, è stato rappresentato dall’avv. Lorena Montagno.