Scuole superiori, riapertura il 12 settembre per gli istituti con situazioni meno gravi

1801

Si fanno più concrete le speranze di poter vedere molte delle scuole superiori della provincia di Messina aperte già per la data del 12 settembre (quella indicata dalla Regione per l’avvio del nuovo anno scolastico).
La possibilità di scongiurare il blocco delle lezioni e soprattutto doppi turni e disagi per le famiglie, arriva dopo l’ordinanza firmata ieri sera dal sindaco della città metropolitana, Cateno De Luca a seguito del nuovo confronto col prefetto.
Nell’atto si dispone ai dirigenti scolastici di verificare se la loro scuola è in grado di aprire il 12 settembre, con l’attuazione delle “misure compensative” ovvero apposite proroghe previste dopo i sopralluoghi dei vigili del fuoco.
In caso contrario le scuole apriranno a fine mese, all’indomani dell’approvazione della proroga, prevista dalla legge di conversione del decreto Milleproroghe, per l’adeguamento delle scuole che non risultano essere state messe a norma dal punto di vista antincendio.
Ora, dunque, saranno i dirigenti scolastici a valutare se queste misure “integrative” possono essere assicurate già a partire del 12 o se l’inizio delle lezioni dovrà necessariamente slittare.
In pratica le strutture che hanno meno problemi saranno pronte entro mercoledì prossimo (alcune anche soltanto per le quinte che dovranno sostenere l’esame di stato). Le altre avvieranno le lezioni il 25.
E a chiedere di essere finalmente coinvolti su un argomento che li sta vedendo spettatori, e che dovrebbe invece vederli protagonisti assoluti, sono gli studenti degli Istituti superiori della Città metropolitana. Il Comitato ha richiesto un incontro urgente (entro il 10 settembre) al sindaco De Luca, per poter non solo essere informati di quel che sta accadendo ma anche per poter esprimere la propria voce.