Condanna per diffamazione, precisazione dell’avvocato Lo Presti

1787

In merito alla notizia pubblicata alcuni giorni fa relativa alla sentenza del giudice di pace di Naso per una condanna a 900 euro di multa, l’avvocato Decimo Lo Presti, nell’interesse del proprio cliente, Alessio Galati Rando, ha ribadito che si tratta solo di due ipotesi di diffamazione; il legale ha escluso categoricamente che possa essere mai stata contestata alcuna ipotesi di minaccia o peggio ritorsioni o ricatti, che, ovviamente, sarebbero stati di competenza di giurisdizioni superiori.
Il legale precisa inoltre che sulla vicenda esistono altri procedimenti in cui l’imputato risulta parte lesa con la stessa controparte