Naso, due condanne per diffamazione

1856

Il giudice di pace di Naso ha condannato A. G. R. per diffamazione a 900 euro di multa oltre al risarcimento dei danni, da liquidarsi in separata sede, a favore di Tecla Vitale, costituitasi parte civile con l’avvocato Salvatore Daniele Giannone.

Stessa condanna è stata inflitta a G. G. R. Entrambi sono stati condannati anche al pagamento delle spese processuali. Il dibattimento e le riprese delle telecamere di vigilanza avrebbero pertanto dimostrato la veridicità dei fatti esposti nella querela presentata da Tecla Vitale, che denunciò una serie di episodi di minacce, ricatti e di ritorsione cui sarebbe stata vittima.