Gli emendamenti che “ballano” per la finanziaria regionale

463

Operai forestali da utilizzare per interventi di manutenzione per strade e torrenti, il corpo di vigilanza del Parco dei Nebrodi accorpato al corpo forestale; ampliare infine i fondi per i comuni di Barcellona e Milazzo per i danni causati dall’alluvione del 2015. Sono alcuni passaggi della finanziaria regionale, in discussione a Palazzo dei Normanni.

Tra proposte ed accuse potrebbe passare le norma che consente ai comuni di utilizzare gli operai forestale per interventi di pulizia delle strade, manutenzione di alvei e torrenti, senza oneri aggiuntivi a carico della regione. Il corpo di vigilanza dell’Ente Parco dei Nebrodi sarà accorpato al corpo forestale della Regione, anche questo passaggio senza spese aggiuntive a carico della Regione. Capitolo fondi per le alluvioni. E’ stata prevista una riserva a favore dei comuni di Barcellona e Milazzo che hanno subito danni a causa degli eventi alluvionali del 10 Ottobre 2015 in contrada Caldà, quando esondò il torrente Mela, ad integrazione del fondo già stanziato per i comuni con danni alluvionali del 2009. La finanziaria in discussione all’Ars è composta di 98 articoli e c’è grande fermento per la presentazione degli emendamenti; tra questi anche i tagli a vitalizi, indennità e stipendi, stanziamenti per comuni in dissesto, le Ipab, la gestione delle riserve naturali da parte delle associazioni ambientaliste.