Accordo fatto, rientra l’emergenza rifiuti a Capo d’Orlando

968

E’ arrivato poco dopo le 12,30 l’accordo la tra la Fiadel, il sindacato dei 40 lavoratori dell’Aro di Capo d’Orlando, e le imprese Ecoservizi e Multecoplast.

Con una assemblea svoltasi al centro raccolta di Pissi, si è trovata una soluzione che risolve la vertenza apertasi nei giorni scorsi e che aveva portato, ieri ed oggi, alla mancata raccolta dei rifiuti.
In pratica l’azienda ha annunciato il pagamento di una delle mensilità arretrate nella giornata di oggi.
Poi, l’accordo detta i tempi per il rientro dagli arretrati.
Il 30 aprile sarà pagato un secondo stipendio mentre il 20 maggio l’impresa si è impegnata a versarne altre 2.
Il resto sarà pagato (con due mensilità per volta) il 20 luglio ed il 20 agosto.
Firmato l’accordo, una squadra ha ripreso a lavorare già oggi per rimuovere eventuale immondizia accumulata per le strade, mentre da lunedì tutti gli operai torneranno regolarmente al lavoro.
L’Amministrazione Comunale di Capo d’Orlando, che ha seguito costantemente l’evolversi della trattativa e ha svolto attività di mediazione, con il Sindaco Franco Ingrillì ringrazia lavoratori, azienda e sindacati “per il senso di responsabilità mostrato e la pacatezza dei toni durante il confronto. Comprendo le legittime rimostranze degli operai che non possono sostenere oltre il peso del ritardo del pagamento degli stipendi e gli sforzi di tutti sono rivolti in questa direzione. D’altra parte, si tratta di un servizio essenziale che va garantito, per esigenze di natura igienico sanitaria e per il decoro urbano”.