Capo d’Orlando, Ingrillì perde la maggioranza in consiglio

2326

Si profila un cambio di equilibri in consiglio comunale a Capo d’Orlando dopo la seduta consiliare di ieri sera.

Se da un lato l’aula era chiamata ad affrontare temi non impegnativi come diverse mozioni, dall’altra è emerso un chiaro campanello di allarme politico per l’amministrazione comunale di Franco Ingrillì che ha visto la creazione di una nuova maggioranza con il voto compatto tra opposizione ed i tre consiglieri dell’intergruppo guidato da Aldo Leggio.
Ufficialmente Leggio ha motivato la decisione di votare le proposte avanzate dall’opposizione con la volontà di ridare centralità al consiglio comunale e di essere da stimolo per l’amministrazione, ma pare chiaro che il messaggio politico sia rilevante. L’intergruppo aveva annunciato nei mesi scorsi la volontà di voler valutare ogni punto in aula sul merito e lo ha fatto ieri mettendo in chiaro che la maggioranza non esiste più.
In pratica con 9 voti opposizione ed intergruppo hanno avuto la forza di far passare l’approvazione del Regolamento sulla democrazia partecipata, con l’astensione della maggioranza che aveva un proprio emendamento Mentre sulle mozioni “Parcheggi Rosa”, “Sportello Donna on line”, ufficio intersettoriale raccolta rifiuti, istituzione “Osservatorio permanente per il turismo” ed agevolazioni dalla “Carta famiglia“ la minoranza ha avuto numeri e via libera.
Cosa accadrà da ieri in avanti è difficile capirlo. Se in aula cambierà la maggioranza, se si cercherà di ricomporre la frattura con l’intergruppo di Leggio, Fardella e Triscari o se l’amministrazione vorrà proseguire senza avere più i numeri in consiglio è l’interrogativo che ci porteremo avanti nei prossimi mesi.