Tortorici, arresto per truffe ai danni dell’Agea

4951

Il titolare di una azienda di Tortorici è finito ai domiciliari con l’accusa di truffa ai danni dell’Agea.

Sono stati i finanzieri della Tenenza di Sant’Agata di Militello nell’ambito di indagini nel settore del contrasto delle frodi comunitarie perpetrate nel comparto degli aiuti all’agricoltura ad eseguire l’ordinanza cautelare ed un decreto di sequestro di beni fino per 118.000 euro, nei confronti del titolare di un’azienda agricola di Tortorici. I controlli hanno preso spunto dall’esame di alcune segnalazioni che riguardavano aziende agricole beneficiarie di finanziamenti comunitari operanti nella zona nebroidea. In particolare, l’attenzione degli investigatori si è focalizzata sui documenti di un’azienda che presentavano alcune anomalie. In particolare, i contratti d’affitto di alcuni terreni contenevano dati anagrafici e firme di proprietari che risultavano deceduti in date antecedenti alla stipula. Le domande per gli aiuti erano state presentate attraverso un centro di assistenza agricola di Cesarò.