Gotha 7, l’estorsione al maneggio di Piraino

3153

Tra le carte dell’inchiesta Gotha 7 anche la gestione di un maneggio di contrada Salinà a Piraino, Tra i capi d’imputazione, quello a carico di Tindaro Marino, 58enne di Gioiosa Marea e Tindaro Lena, 44enne di Patti, suo uomo di fiducia, accusati di estorsione con metodo mafioso nei confronti di Franco Cambria, presidente dell’associazione “Io amo l’equitazione”, che nel 2014 ebbe in custodia l’area a ridosso del torrente Sant’Angelo.