domenica, Aprile 14, 2024

Sicilia, anche a marzo poca pioggia. I dati Sias e la preoccupante siccità

Ombrello pioggia
Ombrello pioggia

Anche a marzo, come è successo da luglio ad oggi (con l’eccezione di gennaio e febbraio), in Sicilia è piovuto poco, pochissimo: e il rischio che l’isola possa trovarsi di fronte ad una grande e preoccupante siccità (per la quale la Regione Siciliana ha chiesto lo stato di emergenza per sei province, inclusa Messina) è molto concreto.

La media regionale delle piogge rilevate dalla rete Sias, il servizio informativo agrometeorologico siciliano, pari a circa 36 mm, è stata praticamente la metà della norma mensile, che per il periodo 2002-2023 è stata pari a 73 mm.

Inoltre, ben 48 delle 96 stazioni della rete SIAS il 31 marzo 2024 “hanno stabilito il loro nuovo record di temperatura massima mensile per il mese di marzo dalla loro installazione, quasi per tutte risalente al 2002“. Per effetto dell’aria calda in quota, la stazione Linguaglossa Etna Nord a 1875 m s.l.m. con +17,6°C ha stabilito il suo massimo valore di temperatura del mese di marzo della sua serie avviata solo nel 2013. Il massimo valore di +31,8°C sulla rete SIAS è stato registrato dalla stazione Torregrotta (ME), che ha superato il massimo valore mensile precedente di +30,9°C registrato il 22 marzo 2016.

“L’anomalia delle precipitazioni è stata tuttavia particolarmente marcata nelle aree già interessate in precedenza dai deficit più elevati – spiegano dal Sias – vale a dire la fascia ionica e le aree centrali, dove la pioggia caduta è stata talora meno del 20-30% di quella attesa in base alla climatologia. Gli eventi più significativi e diffusi si sono verificati nei primi 5 giorni del mese”. Il risultato è che i bacini idrici, già pieni solo per un terzo della loro capienza, si sono ulteriormente impoveriti di acqua.

Facebook
Twitter
WhatsApp