venerdì, Aprile 19, 2024

Messina: l’Università “svela” il suo patrimonio librario

Giovanna Spatari

Un patrimonio librario di altissimo valore storico-culturale quello che l’Ateneo messinese mette a disposizione della città e soprattutto degli studenti. Tantissimi volumi, alcuni dei quali esposti dentro delle teche disposte accanto all’Aula Magna del Rettorati, in modo che la contaminazione esterna non potesse deteriorarle.

blank

La bellezza di questo patrimonio, su iniziativa della Rettrice dell’Università di Messina Giovanna Spatari, potrà adesso essere visionato e consultato accedendo al sito “antiqua.unime.it” e utilizzando l’apposito QRcode. La presenza degli studenti del liceo “Maurolico” testimonia anche il fatto che sono proprio loro, i ragazzi della generazione “Z”, i primi fruitori di questo immenso patrimonio librario fonte di cultura e di conoscenza. Anche la città poteà accedere al patrimonio librario dell’Università grazie alla digitalizzazione dei testi e dei documenti antichi che che sono stati resi accessibili e fruibili a seguito del lavoro sinergico tra il dipartimento di Civiltà antiche e moderne e il Sistema Bibliotecario dell’Ateneo.

La manifestazione è stata organizzata in occasione della Giornata Nazionale delle Università, voluta dalla CRUI. La Rettrice Giovanna Spatari, nel presentare l’iniziativa, “ha manifestato grande soddisfazione ed orgoglio perché, aprire le “porte della conoscenza dell’università” al territorio e agli i studenti è segno di condivisione e inclusione, così come manifestato dalla Ministra per l’Università Anna Maria Bernini”.

blank

Interessanti gli interventi del prof. Vincenzo Fera (già Ordinario di Filologia medievale e umanistica Dipartimento di Civiltà antiche e moderne), della prof.ssa Caterina Malta (Ordinaria di Letteratura italiana afferente al Dipartimento di Civiltà Antiche e Moderne) e del dott. Orazio Giubrone (Referente per il Patrimonio librario antico del Sistema Bibliotecario di Ateneo). A seguire, si è tenuto un laboratorio dal titolo “Dall’invenzione di Gutenberg al digitale Esposizione e illustrazione di testi e documenti antichi” organizzato dallo SBA UniMe.

 

Facebook
Twitter
WhatsApp