lunedì, Aprile 15, 2024

Capo d’Orlando – “Movida si, ma nel rispetto delle regole. Solidarietà ai commercianti che stanno subendo un sopruso”

capo d'orlando

A Capo d’Orlando si discute ancora sull’ordinanza emessa dal sindaco Ingrillì qualche giorno fa, in cui si impone una stretta sull’orario di chiusura dei locali orlandini, dopo le proteste di alcuni cittadini per una, a dir loro, movida troppo confusionaria. Sul caso interviene anche la minoranza consiliare, formata da Renato Mangano, Linda Liotta, Giuseppe Truglio, Felice Scafidi e Sandro Gazia.

“Sono stati raggiunti i primi obiettivi posti e discussi nell’ultima seduta di Consiglio Comunale, nella quale era stato chiesto un coinvolgimento del Prefetto e del Questore per sopperire alla fallimentare attività dell’Amministrazione Ingrillì.

Le infrazioni accertate nei giorni scorsi in materia di inquinamento acustico notturno, a seguito della visita congiunta della Polizia di Stato e dell’Arpa di Palermo, sono la conferma di quanto reiteratamente denunciato dai cittadini residenti nell’isola pedonale e dal Gruppo Consiliare “CambiAmo Capo”, già dalla primavera scorsa.

Da oggi, con maggiore determinazione saremo a sostegno della maggioranza degli imprenditori virtuosi, che nel rispetto della legge sono impegnati a rendere la nostra Capo d’Orlando la Regina della Movida.

A conferma di ciò, abbiamo già richiesto la convocazione della Commissione Consiliare
permanente per condividere insieme a tutti gli attori sociali e istituzionali, le iniziative più opportune ma nel rispetto della legge.

Pertanto, sarà richiesta, tra l’altro, la revoca della recente ordinanza del Sindaco Ingrillì, che invece di regolamentare le Emissioni Sonore, che hanno determinato l’inquinamento acustico notturno, ha danneggiato la pluralità degli imprenditori che hanno rispettato le prescrizioni delle concessioni comunali del suolo pubblico.”

Facebook
Twitter
WhatsApp