mercoledì, Novembre 29, 2023

“Messina capitale del Mediterraneo”, firmato l’accordo. Entro tre anni una sede del MAXXI nella Città dello Stretto

image00002 (1)

Alessandro Giuli, Presidente del MAXXI di Roma e, Federico Basile, Sindaco di Messina, hanno perfezionato l’atto che prevede la nascita di una sede distaccata del prestigioso Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo, presso le Torri Morandi.

Sono trascorsi solo alcuni mesi da quanto, nella sede del MAXXI di Roma, Alessandro Giuli, Salvatore Cuzzocrea e Federico Basile hanno sottoscritto un primo protocollo, oggi reso definitivamente ufficiale, grazie al quale, la città dello Stretto, diventerà punto di riferimento della cultura contemporanea nel mezzogiorno d’Italia.

Torri Morandi, tipica architettura industriale e Villa Pace bene storico artistico tra i più significativi della città, contribuiranno a rendere concreta la trasformazione di Messina che, grazie ai suoi amministratori, sta portando avanti puntando alla rigenerazione urbana e ad offrire maggiori opportunità culturali ai suoi cittadini.

Alessandro Giuli ha dichiarato che “allargare le prospettive del MAXXI e quindi, la collaborazione con il Comune di Messina, significa intercettare ulteriori linee di finanziamento dell’Unione Europea, grazie alle quali, per i prossimi decenni si potrà consolidare la l’attività del museo romano, lavorando in collaborazione con altre istituzioni pubbliche e non da solo”.

Ancora, ha proseguito Giuli, “questo protocollo consentirà di irradiare l’azione del MAXXI a livello internazionale partendo proprio da Messina, naturale capitale del Mediterraneo”. Il sindaco Federico Basile ha affermato che “questo tipo di collaborazione, consolida il ruolo di Messina per il sviluppo sia a livello nazionale che internazionale”. Messina, baricentro del Mediterraneo, ha proseguito Basile, “grazie anche ai finanziamenti del PNRR, ha inquadrato questa attività nell’ambito degli interventi di rigenerazione urbana per rendere concreta la trasformazione del volto della città e della sua provincia puntando alla ricerca, e alla formazione di nuove professionalità nel settore della cultura”.

Il nuovo polo museale sarà dedicato alla all’arte contemporanea del Mediterraneo per approfondire cultura e patrimonio tipici dei Paesi che si affacciano sul Mediterraneo. Il direttore generale Salvo Puccio, ha comunicato che “l’adeguamento strutturale di Torri Morandi è in fase avanzata di esecuzione; gli interventi interni verranno realizzati con la collaborazione del MAXXI che si occuperà dell’impiantistica e della distribuzione degli spazi espositivi”.

Tutte le opere, considerato che fanno parte del finanziamento del PNRR, dovranno essere concluse entro il 2025. Il direttore Puccio ha dichiarato che “il comune di Messina sta mettendo in campo tutte le energie tecniche, professionali ed amministrative affinché i lavori possano concludersi prima del 2025”.

 

Facebook
Twitter
WhatsApp
  • blank
  • blank