giovedì, Maggio 23, 2024

Ospitalità diffusa, a Capri Leone l’Amministrazione comunale incontra gli operatori della ricettività

IMG-20230628-WA0049
blank
Si è svolto ieri, all’interno del ciclo di workshop nei 10 Comuni dei Nebrodi aderenti al progetto di Ospitalità Diffusa, l’incontro presso la sala consiliare dell’Ente locale capofila. Presenti il sindaco Bernardette Grasso, il dott. Carlo Giuffrè, tra i promotori del progetto e gli operatori della ricettività locale.
Il workshop è stato utile per un primo incontro con gli stakeholders – a cui ne seguiranno altri in funzione della riqualificazione della banca dati di settore e del sito web . Inoltre sono state distribuite le schede di adesione al progetto – disponibili anche presso gli uffici del Palazzo Municipale – per tutti gli operatori economici che vogliano aderire alla rete di attività dell’indotto legate all’Ospitalità diffusa.
È stata anche presentata l’idea di marketing territoriale, che passa dalla valorizzazione degli immobili in disuso. Sarà infatti istituito un apposito ufficio comunale che raccoglierà le adesioni di quanti vogliano condividere il proprio patrimonio immobiliare da riqualificare e ristrutturare, nell’ottica di una visione più ampia che passa anche dalla creazione di itinerari tematici e di pacchetti integrati.
Su quest’ultimo sarà previsto un confronto con esperti internazionali del settore, per creare per la prima volta sui Nebrodi dei pacchetti turistici tematici multilingua, che saranno sponsorizzati anche nei portali e nelle riviste estere che si occupano di turismo.
“Puntiamo a un’offerta che duri nel tempo – dichiara il sindaco di Capri Leone, l’on. Bernardette Grasso. È un primo importante passo verso la riorganizzazione del turismo territoriale. Vogliamo dare una nuova prospettiva, che passa da un incremento delle attrazioni turistiche, esperienziali, degli eventi – come quello di trekking ed equestre – e del Nebrodi Bike Fest. Attività distribuite tra la fine del 2023 e il 2024”.
“Seguiranno anche altri workshop – conclude il Primo cittadino – legati a queste specifiche attività, ognuno per area tematica, in modo da coinvolgere anche in questo caso tutti gli addetti ai lavori, per offrire ai fruitori una proposta adeguata”.
Facebook
Twitter
WhatsApp