venerdì, Aprile 12, 2024

Ficarra – Aumento della bolletta per i rifiuti, Ridolfo: “Ingiustificato, non subiremo in silenzio”

Basilio Ridolfo

“Ficarra non subirà in silenzio l’aumento ingiustificato della tariffa di conferimento dei rifiuti solidi urbani indifferenziati operato dalla Trapani Servizi S.p.A., che andrà a gravare sui cittadini.”

Questo, in sintesi, il contenuto della nota che il Sindaco di Ficarra, Basilio Ridolfo, ha indirizzato al Presidente della Regione Sicilia, all’Assessore Regionale ed al Direttore del Dipartimento competente, alla SRR Messina Provincia e, per conoscenza, al Prefetto e ai colleghi dei 26 comuni che fanno parte, insieme a Ficarra, della Società di Regolamentazione del Servizio di Gestione S.C.p.A. Messina Provincia, chiedendo la convocazione di un’assemblea urgente.

Nei giorni scorsi, infatti, è accaduto che la Trapani Servizi S.p.A., società che gestisce il trattamento dei rifiuti ed il conferimento in discarica dei 27 comuni della SRR Messina Provincia, di cui fa parte Ficarra, dopo aver sottoscritto un contratto in data 4 marzo 2003 con lo stesso Comune impegnandosi ad effettuare il servizio ad un determinato costo, ha comunicato che, a causa della chiusura del centro di trattamento al quale inviava parte dei rifiuti indifferenziati (Oikos S.p.A.), opererà essa stessa l’intero trattamento, ma ad un costo maggiore.

Tale maggiorazione, quindi, viene applicata arbitrariamente a tutto il rifiuto indifferenziato trattato, ovvero sia a quello (circa il 87% nel 2022) che la Trapani Servizi S.p.A. trattava già (ad un costo inferiore), che a quello precedentemente trattato dalla società OIKOS S.p.A., di quantità inferiore (circa il 13% del totale nel 2022), applicando un prezzo unico maggiore.

Applicando la nuova tariffa richiesta, pari 318,42 €/t, oltre IVA, il Comune di Ficarra si vedrà aumentato il costo di oltre il 60% su ogni tonnellata conferita.

“Di fatto – rileva Ridolfo – la società Trapani Servizi S.p.A aumenterà il costo del trattamento applicando un arbitrario stravolgimento delle più elementari regole della contrattualistica, mediante un diktat rivolto ai comuni della SRR che dovrebbero accettarlo supinamente prendendone pacificamente atto. La Trapani Servizi ha infatti comunicato un aumento del costo della lavorazione dei rifiuti indifferenziati di sovvallo (quelli più ingombranti) che prima trattava l’impianto della società OIKOS S.p.A., incrementando non solo il costo di tale componente ma aumentando ingiustificatamente anche il costo di quanto la stessa Trapani servizi trattava già direttamente”.

Ma non solo.

A causa della chiusura dell’impianto finora utilizzato, il conferimento, d’ora in avanti, verrà fatto presso centri di raccolta più lontani situati fuori regione, con aumenti importanti anche del costo del trasporto che andrà a gravare sulle tasche dei cittadini.

Ridolfo, quindi, indirizza la nota anche alla Regione invitando il Dipartimento Regionale delle Acque e dei Rifiuti a svolgere il ruolo di coordinamento che la normativa gli riconosce evidenziando nel contempo che, nel recentissimo passato, la Regione Siciliana è intervenuta in situazioni simili a quella che si è presentata alla comunità ficarrese ed agli 26 comuni, erogando un contributo a favore dei i comuni che si sono trovati a dover conferire fuori regione, come oggi comunica che farà la Trapani Servizi S.p.A.

Si tratta – afferma il Sindaco di Ficarra – di una questione di uguaglianza e mi aspetto che la Regione intervenga come fatto, per esempio, per gli altri comuni siciliani che conferiscono alla Sicula Trasporti”.

Di fronte ad un simile quadro, chiosa Ridolfo, “essere virtuosi come lo è Ficarra che nel 2022 ha differenziato il 76.04 % dei rifiuti prodotti oppure impiegare risorse ed energie da parte dell’Amministrazione comunale e degli Uffici per progettare impianti di compostaggio di tipo locale, pure finanziati dal Dipartimento regionale Acque e Rifiuti che ha assegnato al comune di Ficarra 210.826,00 euro per la realizzazione di un impianto che consentirà un abbattimento dei costi per i cittadini per il trattamento della frazione umida, diventa assolutamente inutile e frustrante.”

Si profila, quindi, un’estate calda sul fronte dei rifiuti non solo per Ficarra ma anche per gli altri comuni della SRR, ma con un primo importante risultato è stato raggiunto: la nota di Ridolfo, congiuntamente a quella del Sindaco di Mazzarrà S. Andrea, ha già determinato la convocazione di un’Assemblea Straordinaria urgente da parte della SRR che si terrà giorno 3 luglio p.v. presso l’Aula Consiliare del Comune di Capo d’Orlando.

Facebook
Twitter
WhatsApp