giovedì, Febbraio 29, 2024

Palermo: divieto di dimora per un ex responsabile del servizio di prevenzione e protezione dell’Assemblea Regionale Siciliana

palazzo dei normanni-min-min

I Carabinieri del Nucleo Investigativo di Palermo hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione della misura cautelare coercitiva del divieto di dimora di un anno nel territorio della provincia di Palermo nonché della misura cautelare interdittiva della sospensione dal pubblico ufficio per lo stesso periodo, emessa dal Gip presso il Tribunale di Palermo, a carico dell’ex responsabile del servizio di prevenzione e protezione dell’Assemblea Regionale Siciliana Giuseppe Mirici Cappa.

E’ indagato di tentata induzione indebita a dare o promettere utilità. L’attività investigativa, si è sviluppata a seguito della denuncia presentata da un imprenditore che, dopo essersi aggiudicato nel 2019 una gara di appalto di servizi e ristorazione-bar presso la sede dell’Assemblea Regionale Siciliana, avrebbe ricevuto delle forti ed insistenti pressioni da parte dell’indagato, affinchè si rivolgesse esclusivamente a fornitori indicati da quest’ultimo. A fronte del rifiuto da parte dell’imprenditore, il pubblico ufficiale avrebbe posto in essere nei suoi confronti reiterati comportamenti ostili e vessatori.

Le indagini facevano emergere, inoltre, la marcata propensione dell’indagato a richiedere favori, per sé e anche per terzi, ad alcuni imprenditori affidatari di commesse da parte dell’ente e ciò in forza del ruolo rivestito e dei conseguenti stretti e quotidiani rapporti che il funzionario intratteneva con gli stessi.

blank
Facebook
Twitter
WhatsApp