Maltrattamenti in famiglia, il tribunale di Patti ha disposto una condanna a 4 anni e 6 mesi di reclusione

tribunale patti

Doveva rispondere di maltrattamenti in famiglia e lesioni nei confronti della propria moglie per fatti accaduti dal 2019 al 2020 ed è stato condannato alla pena di 4 anni e 6 mesi di reclusione.

Si è concluso in questo modo al tribunale di Patti il processo a carico di un uomo residente nell’area dei Nebrodi, difeso dall’avvocato Alvaro Riolo. La moglie si è costituita parte civile con l’avvocato Pinuccio Calabrò.

Il Pm Serena Andaloro, al termine della sua requisitoria, ha chiesto quanto poi ha disposto il collegio giudicante presieduto da Ugo Scavuzzo, a latere Eleonora Vona e Giovanna Ceccon.

I giudici hanno inoltre disposto l’interdizione temporanea dai pubblici uffici per 5 anni e il risarcimento del danno alla parte civile da liquidarsi in separata sede.

Il legale della difesa ha preannunciato appello.

Facebook
Twitter
WhatsApp