martedì, Dicembre 6, 2022

Al via oggi a Messina la Biennale dello Stretto

PHOTO-2022-11-23-16-16-23 (1)

Si terrà il 25 e il 26 novembre, al Palacultura di Messina, la seconda sessione de La Biennale dello Stretto. L’evento è la prosecuzione di un progetto di ricerca, denominato Mediterranei Invisibili, ideato e sviluppato nel 2017 da Alfonso Femia, attraverso la piattaforma culturale 500×100 SB. L’obiettivo è quello di cogliere le reali potenzialità di rilancio del Mediterraneo europeo, africano e medio-orientale, mappando i riferimenti essenziali quali infrastrutture, paesaggio, ambiente urbanizzato, cultura e storia.

Il programma della due giorni, articolato in 25 talk, prenderà il via alle ore 14 di oggi. I lavori saranno articolati su quattro tematiche: “La cultura per lo sviluppo urbano e territoriale”, “Territori invisibili”, “Architettura mediterranea” e “Divulgare l’architettura e il territorio”.

Si proseguirà, nella giornata di sabato, dalle 9.30 alle 13.30, con la cerimonia di consegna dei premi: i rappresentanti istituzionali delle due aree metropolitane dello Stretto, Messina e Reggio Calabria, consegneranno 26 premi ai selezionati della Call To Action, alle Cities Case Studies, ai Video e alla Scrittura.

Alla Call To Action hanno partecipato 137 architetti, di cui 21 under 35, 10 fotografi, 18 artisti, per un complessivo di 112 progetti; le opere resteranno in mostra fino al 18 dicembre al Forte Batteria Siacci a Campo Calabro.

Articolo di Federica Margherita Corpina

Facebook
Twitter
WhatsApp
  • blank
  • blank