martedì, Dicembre 6, 2022

Consegnava droga piuttosto che pizze: arrestato pusher 22enne a Catania

CC Piazza Verga

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Catania Piazza Dante, nella flagranza di reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, hanno arrestato un catanese incensurato di 22 anni.

La costante attività investigativa svolta dai militari li aveva indirizzati nei pressi della Piazza Carlo Alberto, meglio conosciuta dai catanesi come “fera o’ luni”: qui uno spacciatore, travestito da corriere espresso di alimenti da asporto, era solito intrattenersi fugacemente con i clienti per la consegna della droga.

Nascostisi per osservare discretamente l’intera zona, i militari hanno notato l’arrivo del pusher in Via Grotte Bianche, con tanto di zaino portavivande in spalla. Il ragazzo sarebbe poi stato raggiunto da due scooter con tre persone a bordo, alle quali, prelevandoli dagli slip, ha consegnato degli involucri in cambio di banconote.

L’intervento dei militari è stato immediato: sono riusciti così a bloccare lo spacciatore, mentre, approfittando della concitazione delle circostanze, gli acquirenti si sono velocemente allontanati.

Il pusher, sottoposto a perquisizione, è stato trovato in possesso di una busta di cellophane contenente 5 dosi di hashish, 7 di marijuana e 2 di crack, nonché la somma di 40 euro, sequestrata perché ritenuta provento dell’attività di spaccio.

La perquisizione è stata poi estesa anche all’abitazione dello spacciatore, in Via Vinciguerra, dove i militari hanno trovato ulteriori 6 dosi di hashish, due bilancini di precisione ed il materiale necessario per il confezionamento della droga per la vendita al dettaglio.

Successivi accertamenti hanno poi appurato che l’arrestato intratteneva contatti con un complice tramite un servizio di messaggistica installato sul proprio cellulare, con il quale quest’ultimo gli indicava il luogo dell’incontro e la quantità di droga da consegnare ai clienti.

Il 22enne, che è risultato essere percettore di reddito di cittadinanza, è stato posto dai militari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, che ne ha convalidato l’arresto.

Facebook
Twitter
WhatsApp
  • blank
  • blank