La pasta reale di Tortorici approda al salone del gusto di Torino, accompagnata dal sorriso di Isabella e Lidia

5D7C0B3F-7882-4C04-AED0-D039710E67D0

La pasta reale di Tortorici è approdata all’edizione 2022 di Terra Madre  – Salone del gusto di Torino, storica manifestazione organizzata da Slow Food, Comune di Torino e Regione Piemonte, al Parco Dora e che ha preso il via oggi è si concluderà il 26 settembre prossimo.

Un’importante vetrina internazionale che riunisce 600 produttori italiani e internazionali, oltre 3000 contadini e allevatori, popoli indigeni e cuochi, migranti e giovani attivisti da 150 Paesi e che quest’anno ruota attorno al tema della “RegenerAction” con 566 eventi.

Il delizioso e tradizionale dolce oricense, recentemente diventato presidio Slow Food, con apposito disciplinare, è già sui banchi della sezione dedicata ai presidi Slow Food siciliani e sarà sponsorizzato dal volto femminile di Isabella Catalano, della pasticceria Ciancio che vanta una storia artigianale lunga 27 anni e ben tre generazioni di mastri pasticceri e di Lidia Calà Scarcione, della pasticceria Dolce Incontro, referente Slow Food e reduce dal Festival Internazionale dell’Integrazione Culturale che si sta svolgendo a San Vito Lo Capo nell’ambito del Cous Cous Fest.

“Il nostro laboratorio fa parte di un progetto di filiera che dal produttore di nocciola al trasformatore esige un rapporto di qualità sui nostri prodotti, unici al mondo per sapere e sapore” spiega Isabella Catalano di Bottega Reale di Ciancio “È molto importante far parte del presidio Slow Food della pasta reale di Tortorici, proprio perché strettamente legata al nostro territorio. Io e mio marito portiamo avanti questa ricetta con grande onore e passione. I nostri dolci hanno un gusto molto deciso, che gli deriva dalle caratteristiche organolettiche delle nocciole dei Nebrodi, ricche di oli essenziali, omega tre e vitamine, in un mix che è sinonimo del nostro territorio”.

Sorride soddisfatta Lidia Calà Scarcione, in uno scatto rubato mentre è alle prese con l’allestimento dello stand. “E’ una grande opportunità per i Nebrodi e per Tortorici, il mio paese e per un dolce unico al mondo, apprezzatissimo nel torinese, dove la tradizione legata alla produzione e alla lavorazione della nocciole ha una tradizione lunghissima e molto radicata. Per me è una grande vittoria, ho ottenuto quello che ho desiderato e per cui ho lavorato con impegno e passione, perché la nostra pasta reale meritava questa vetrina internazionale. Essendo nuovo presidio nuovo stiamo raccogliendo già ottimi risultati in termini di interesse e curiosità da parte di buyer che di comuni visitatori.” racconta Lidia. “Mi è stato persino chiesto se è possibile produrre del croccante di pasta reale da parte di un’azienda che produce semilavorati per gelateria. Magari dalla prossima estate vedremo il gelato al gusto di Pasta Reale di Tortorici prodotto su larga scala!”


Facebook
Twitter
WhatsApp