mercoledì, Settembre 28, 2022

Lesioni ad uno studente minore, insegnante a giudizio

tribunale patti

Si celebrerà il 21 novembre prossimo, davanti al giudice monocratico del tribunale di Patti Vincenzo Mandanici, il processo a carico di un’insegnante del comprensorio nebroideo, imputata di lesioni ai danni di un minore; i fatti contestati sono accaduti il 19 maggio 2017 in una scuola di un centro tirrenico e le lesioni al braccio, giudicate guaribili in cinque giorni, sono state certificate al pronto soccorso dell’ospedale “Barone Romeo” di Patti.

Il processo si era dapprima incardinato davanti al giudice di pace di Patti Giulia Saitta; nel corso dell’udienza celebrata nel febbraio scorso il giudice ha dichiarato la propria incompetenza, trasferendo gli atti alla procura della repubblica di Patti.

Una circostanza determinata dal fatto che il legale di parte civile, l’avvocato Maria Rita Mondello, ha chiesto al giudice che per questa vicenda dovessero essere contestate le aggravanti relative al fatto che l’insegnante avrebbe agito per motivi futili ed in danno di un minore all’interno di un istituto di istruzione.

Infatti, nell’originaria imputazione disposta dalla procura, le aggravanti non erano state contestate ed inserite nel capo di imputazione. Da qui il giudice di pace, a seguito dell’accoglimento delle eccezioni formalizzate dall’avvocato Maria Rita Mondello, ha dichiarato la propria incompetenza.

Trasferiti gli atti alla procura della repubblica di Patti, ora questo processo per presunte lesioni si celebrerà il 21 novembre prossimo davanti al giudice monocratico del tribunale di Patti; l’insegnante è difesa dall’avvocato Francesco Pizzuto e la madre del minore è rappresentata dall’avvocato Maria Rita Mondello.

Facebook
Twitter
WhatsApp