martedì, Settembre 27, 2022

Pantelleria – Incendio domato in mattinata. Nessun ferito, ma danni ingenti alla vegetazione

WhatsApp Image 2022-08-18 at 11.18.18

La notte è stata lunga, infernale. Ma dopo ore di terrore, l’incendio che ha colpito l’isola di Pantelleria è stato domato. I danni sono ingenti, lo scenario oggi, come si può vedere dal video diffuso questa mattina dai vigili del fuoco, è desolante.

I tecnici e i volontari del Dipartimento Regionale della Protezione civile contano i danni, ma rassicurano sulla situazione nell’isola.

Poteva essere un disastro se si considera che le abitazioni sono state lambite dalle fiamme. Per fortuna però, a parte queste piccole conseguenze, le case sono state risparmiate dall’azione distruttrice del fuoco e soprattutto non ci sono feriti.

 Tra le ville sgomberate ci sarebbero anche quella del giocatore Marco Tardelli e dello stilista Giorgio Armani. Nella notte una trentina di persone sono state messe al sicuro per precauzione via mare, grazie alla guardia Costiera e diciotto di loro sono stati ospitati dal Comune.

I danni più ingenti riguardano la macchia mediterranea pesantemente interessata dalle fiamme, dice la protezione civile. I canadair questa mattina hanno continuato a operare per spegnere gli ultimi punti di fuoco sulla vegetazione, successivamente si passerà alla fase di bonifica.

Il direttore generale, Salvo Cocina, ha seguito e coordinato tutta la notte le operazioni di soccorso e gli interventi di spegnimento in stretto raccordo con il presidente della Regione Nello Musumeci e il Dipartimento nazionale. Nel frattempo la procura di Marsala ha aperto un’inchiesta per appurare quali siano state le cause dei due roghi scoppiati a circa 400 metri di distanza l’uno dall’altro, intorno alle 20 di ieri.

Dai rilievi sulle bruciature sul terreno si dovrà capire da dove è partito l’incendio e come può essersi propagato in considerazione del forte vento di scirocco che soffia da ieri sull’isola.

“Un incendio colposo, causato dall’incuria umana non sarebbe da considerare meno grave di uno doloso”, commenta il procuratore di Marsala, Piscitello.

Facebook
Twitter
WhatsApp