giovedì, Dicembre 1, 2022

Taormina, dipendenti obbligati a restituire parte dello stipendio. Ai domiciliari 4 componenti di una famiglia di imprenditori

guardia finanza taormina dip

Approfittavano della necessità di lavorare dei propri dipendenti, estorcendogli denaro. Se non avessero restituito parte dello stipendio incassato ogni mese li avrebbero licenziati in tronco. Era questo il “presupposto imprescindibile” per l’avvio e la prosecuzione dei rapporti lavorativi.

I finanzieri del Comando provinciale di Messina hanno arrestato 4 membri di una nota famiglia dell’imprenditoria messinese della fascia jonica, attiva nell’ambito della grande distribuzione. Sequestrate anche disponibilità finanziarie per circa 200mila euro.

Le indagini, sviluppate dalle Fiamme Gialle della Compagnia di Taormina, si sono avvalse delle dichiarazioni degli stessi dipendenti oppressi dai datori di lavoro. Mensilmente i lavoratori venivano obbligati alla restituzione, in contanti, di quota parte dello stipendio solo formalmente loro corrisposto. Inoltre, approfittando del loro stato di bisogno, veniva sistematicamente violata la normativa sull’orario di lavoro e sui riposi.

I finanzieri hanno anche trovato ‘pizzini’, agende e prospetti di calcolo che documentano l’attività dell’organizzazione. Gli imprenditori avevano fatto del “ricorso a minacce e soprusi” nei confronti dei dipendenti “un vero e proprio metodo di lavoro”.

L’accettazione di condizioni di lavoro “squilibrate” era il presupposto imprescindibile per l’avvio e la prosecuzione dei rapporti lavorativi, “lasciando chiaramente intendere che ove non avessero accettato la proposta non sarebbero stati assunti ovvero che sarebbero stati licenziati”.

Le indagini hanno anche permesso di accertare che gli indagati reinvestissero i proventi illeciti, pari a circa 200mila euro oggi sottoposti a sequestro, nell’acquisto di terreni. Operazioni finanziarie illecite concordate da parte di tutti i sodali, al solo fine di autoriciclare il denaro provento delle estorsioni.

Facebook
Twitter
WhatsApp