domenica, Luglio 3, 2022

Catania – Applausi e lacrime ai funerali della piccola Elena

funerali elena

Un lunghissimo applauso e le lacrime di un’intera comunità hanno accolto nel duomo di Catania la bara bianca della piccola Elena Del Pozzo, la bambina che non aveva compiuto ancora cinque anni uccisa a coltellate dalla madre 23enne Martina Patti lo scorso 13 giugno.

In una piazza del duomo blindata l’ultimo saluto a Elena avviene sotto la statua di Sant’Agata, la martire che l’Arcivescovo Luigi Renna, durante l’omelia, affianca alla piccola uccisa dalla sua mamma.

In prima fila ci sono il padre, la zia e i nonni paterni, ma anche i nonni materni, i genitori di Martina Patti. All’esterno della chiesa i palloncini colorati, soprattutto arancioni e azzurri, i colori più amati da Elena.

Davanti la chiesa anche le mamme dei compagnetti della scuola materna di Mascalucia e le maestre di Elena: l’attaccapanni in cui la piccola appendeva il suo zaino rimarrà per sempre vuoto – hanno detto le maestre -, e le sue scarpette con la margherita resteranno nell’armadietto dove lei stessa l’aveva lasciate lunedì 13 giugno prima dell’arrivo della madre che poco dopo l’avrebbe uccisa.

La folla ha anche urlato all’indirizzo della madre in carcere “Vergogna, assassina”, ma l’arcivescovo ha voluto dedicare un pensiero proprio a chi giudica, chiedendo il tormento eterno per la mamma di Elena:

“Non credo che la piccola Elena sarebbe d’accordo con quelle parole, come ogni bambino”.

Facebook
Twitter
WhatsApp