domenica, Luglio 3, 2022

A Cattafi un piccola esposizione antropologica e di ceramica d’uso

0638922e-b411-42f0-aec8-00ed473f2ade

Una grande passione per l’antiquariato ha spinto Giuseppe Imbesi, giovane abitante del borgo Giovanni Verga di Cattafi a San Filippo del Mela, a realizzare un esposizione permanente antropologica e di ceramica d’uso.
Giuseppe, negli ultimi vent’anni, ha visitato diversi mercati dell’antiquariato alla ricerca di oggetti in uso tra l’800 e il 900 e su internet ha fatto una ricerca accurata.
Sempre affascinato dalle cose antiche oggi ha una collezione di circa 600 pezzi e molte persone stanno iniziando a donare vari oggetti.


All’interno del piccolo museo si possono trovare: quartare, bummuli della produzione pattese, giare di Santo Stefano di Camastra, le antiche statere ad asta e a piatto, stampe antiche, litografie di artisti locali, cocci di maiolica e tante altre curiosità.
Il suo sogno è quello di creare un’associazione culturale e rendere agibile e visitabile il piccolo scrigno dove già si respira aria del passato.

Facebook
Twitter
WhatsApp