giovedì, Maggio 26, 2022

Patti Marina: Ennesimo appello per il recupero della fornace di via Pacini

antica fornace patti marina

Recuperate l’antica fornace di via Pacini di Patti Marina, una delle ultime testimonianze della plurisecolare tradizione di produzione ceramica e di archeologia industriale del territorio.

Italia Nostra Presidio Nebrodi, come aveva fatto con l’amministrazione di Mauro Aquino, ora sta facendo con l’amministrazione di Gianluca Bonsignore. L’ennesimo appello per una fornace sottoposta a doppio vincolo nel lontano 1985 dalla sezione etno-antropologica e architettonica dalla Soprintendenza di Messina, abbandonata ad un lento degrado.

Italia Nostra Presidio Nebrodi ha proposto di intervenire per l’acquisizione, il recupero e il restauro. Nonostante il grave stato di degrado, la fornace conserva ancora al suo interno quasi intatta l’architettura dei forni che si disponevano su due piani secondo le varie fasi della cottura. Dopo il crollo del muro esterno un anno fa il successivo sopralluogo  non ebbe alcun seguito; non è servita a nulla nemmeno la petizione on line lanciata dall’associazione, grazie alla quale sono state raccolte 10.000 firme, inviate alla Regione.

Italia Nostra auspica anche che si possa procedere all’esproprio del bene privato, così sarebbe possibile attingere ai numerosi fondi pubblici per il recupero di questi  immobili e realizzare un museo della ceramica, per custodire anche i 700 pezzi di ceramica pattese collocati al momento nel convento di San Francesco.

Si potrebbe anche creare un percorso didattico, laboratori dove  apprendere l’arte della produzione ceramica artigianale ed altre iniziative che rappresentino un momento di crescita economica e culturale del territorio.

L’associazione, chiedendo anche un incontro urgente per discutere su questa lunga vicenda, ha fatto dunque alla nuova amministrazione comunale un nuovo appello, affinché dia un segno di cambiamento rispetto al  passato.

Facebook
Twitter
WhatsApp