mercoledì, Gennaio 26, 2022

Patti: ha ottenuto il pass per la seconda e definitiva prova, utile ad ottenere l’abilitazione forense

Avv. Filippo Alioto_

Ha ripetuto la prima delle due prove utili ad ottenere l’abilitazione forense alla professione di avvocato e grazie ad una sentenza del Tar di Catania, questa volta è stata superata. Ora dovrà superare l’ultimo ostacolo, prima di fregiarsi del titolo di avvocato.

Dopo una brillante carriera universitaria e il completamento della pratica forense, un giovane del foro di Patti aveva visto negarsi l’accesso all’abilitazione forense per la professione di avvocato, a seguito di un giudizio di non idoneità reso da parte della Sottocommissione presso la Corte d’Appello di Ancona.

Il Tar, accogliendo la tesi difensiva dell’avvocato Filippo Alioto del foro di Patti – nella foto, ha ritenuto che il giudizio negativo reso in merito alla prima prova fosse illegittimo e pertanto ne ha ordinato la ripetizione dinanzi alla stessa sottocommissione, ma in diversa composizione. Prova che questa volta è stata superata. Adesso non resta che il secondo e definitivo test per chiudere il cerchio.

Secondo le vigenti normative in materia di contenimento dell’epidemia da Covid-19, l’esame si è svolto con modalità differenti rispetto a quelle tradizionali, mediante la sostituzione delle tre prove scritte con una prova orale, svolta in collegamento da remoto, ed una seconda prova orale “rafforzata”. Ed è di pochi giorni fa la conferma da parte del ministro Cartabia che tali modalità saranno utilizzate anche per la prossima sessione, che dovrebbe avere inizio nel mese di febbraio 2022.

“Sono molto soddisfatto di aver rappresentato e tutelato i diritti dei colleghi e lo sono ancora di più perché, al di là del risultato professionale, ha spiegato l’avvocato Filippo Alioto,  che segna un importante revirement della giurisprudenza amministrativa sul panorama nazionale, i ricorrenti, ai quali rivolgo il mio migliore augurio per una splendida carriera, hanno la possibilità di coronare il proprio sogno, conseguendo l’abilitazione forense per la professione di avvocato”.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp