giovedì, Gennaio 27, 2022

Furnari: gli emendamenti al bilancio del gruppo consiliare “Furnari che Vogliamo”

Comune-Furnari

I nostri emendamenti sono il frutto di confronti con i cittadini e si tratta di proposte che hanno trovato spazio nel programma elettorale e per le quali l’amministrazione di Maurizio Crimi in parte non si è attivata.

Così i consiglieri comunali Antonina Fazio, Vincenzo Pelleriti e Giuseppe Mendolia del gruppo autonomo “Furnari che Vogliamo”, nella prospettiva della seduta del 10 dicembre prossimo in cui si dibatterà il bilancio di previsione. Le loro proposte sono state inviate con pec il 29 novembre scorso e sono state indirizzate al presidente del consiglio comunale, al responsabile dell’area finanziaria e per conoscenza al Sindaco.

“Del resto per la seconda volta noi consiglieri siamo chiamati a trattare in consiglio comunale il bilancio, che non è di previsione ma di consuntivo, ha spiegato il consigliere Giuseppe Mendolia, visto che siamo già abbondantemente fuori tempo massimo per l’approvazione e ad appena pochi giorni dalla fine del 2021.”

E ritornando sugli emendamenti presentati c’è la proposta per le acque meteoriche a Tonnarella che da anni compromettono la viabilità di fronte alla scuola media e nella zona della via della Campana; poi l’illuminazione alla scuola media Meli, in quanto i ragazzi nel turno pomeridiano sono costretti ad utilizzare il cellulare per farsi luce. Sempre alla scuola media sono stati previsti parcheggi e per lo svago dei ragazzi la sistemazione dell’area verde dietro la scuola. Sono state inserite anche le spese notarili del terreno in via Nuova Russo per la creazione di parcheggi importanti per la zona e soprattutto un’area da adibire a parco giochi.

Furnari

Sempre nella via Nuova Russo si è pensato di far installare i dissuasori per limitare la velocità, poi affittare o acquistare un immobile da adibire a centro di aggregazione per anziani e pensiline per le fermate dei pullman di linea, implementare la videosorveglianza e la sicurezza dei plessi con l’illuminazione, sistemare tratti del manto stradale nelle vie Risorgimento e Mazzini e realizzare la statua o la stele commemorativa in memoria del campione Olimpico Francesco La Macchia. Queste le  proposte di emendamento del gruppo autonomo. La parola adesso spetterà all’aula.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp