domenica, Luglio 3, 2022

Patti, tanti i sindaci presenti al convegno su rifiuti e produzione di energia alternativa

discarica rifiuti

Un convegno studio, a Patti, per trovare soluzioni alle problematiche dei rifiuti, dallo smaltimento alla produzione di energia alternativa. Tanti sindaci in sala, quelli che hanno accolto l’invito del Consorzio Stabile Cassiopea, promotore dell’iniziativa.
Questo dà il segno dell’attenzione degli Enti Locali, che devono fronteggiare l’emergenza ambientale ed anche far i conti con i costi del servizio. Attenzione tutta destinata alle problematiche derivanti dalla raccolta e dello smaltimento dei rifiuti.
Il convegno si è svolto sabato mattina, nella splendida location del Convento San Francesco nel cuore della città vecchia di Patti.

Al tavolo, a far da padroni di casa, Giuseppe Pettina e Gianluca Bonsignore, il primo direttore tecnico del Consorzio Cassiopea, l’altro sindaco di Patti che ha patrocinato l’iniziativa. Con loro lo staff tecnico della Cassiopea rappresentato dal suo presidente, Giuseppe Ustica, ed anche da Salvatore Garrito, e Andrea Roma, responsabili del settore tecnico – il primo – e dell’area “nord Italia” del consorzio l’altro; Alberto Zucchelli, responsabile Ompeco e curatore del progetto; Ezio Tedoldi direttore generale della Mekite energy solution.

Importanti contributi al dibattito sono giunti da Carmelo Caruso, presidente della SRR Catania, dal geologo Vito Trecarichi e dall’economista Francesco La Fauci.
Il tavolo tecnico e si è avvalso anche degli interventi di Francesco Paolo Curtorillo, sindaco di Sant’Angelo di Brolo, che di fatto rappresentava le istanze della base dei primi cittadini, e che è stato anche tra i primi ad interessarsi all’applicabilità del progetto sul territorio nebroideo, insieme al sindaco di Linguaglossa, (anche lui tavolo) Salvatore Puglisi, che ha promosso un evento simile di conoscenza e di approfondimento nell’area etnea, appena tre settime fa. Tra gli altri sindaci presenti in sala anche i rappresentanti di San Piero Patti, Furnari, Naso, Barcellona, Ficarra, Villafranca Tirrena, Raccuja, Librizzi, Brolo, e di altri centri non solo messinesi. Ospiti anche l’ex sindaco di Patti Mauro Aquino ed il candidato sindaco Giorgio Cangemi.

Così come richiesto Francesco Marchese del comune di Ficarra, sui costi per acquisire la tecnica ed applicarla – forse la domanda più insistente – Giuseppe Pettina ha rimandato la valutazione dei costi ad altra sede, quando si parlerà dei numeri dei bacini d’utenza – tra ammortamenti e costi di gestione che su aggregazioni territoriali si possano abbattere. Ma ha chiaramente detto che il Consorzio interverrà direttamente finanziando il progetto di acquisto. Ed ha annunciato, senza sbilanciarsi troppo, che già è in fase di realizzazione un progetto prototipo.

Prossimo step la presentazione del progetto ai vertici della Regione. Per il cambio di passo bisogna che venga rivista la normativa, attualizzandola alle nuove tecnologie.

Facebook
Twitter
WhatsApp