Messina – Focus sul fenomeno degli infortuni sul lavoro, vertice in Prefettura

Messina Prefettura

Si è tenuta nella mattinata odierna, presso la Prefettura di Messina, una riunione in modalità videoconferenza, presieduta dal Prefetto, Cosima Di Stani, sul fenomeno degli infortuni sul lavoro, con la partecipazione dei vertici e rappresentanti della Questura, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, dei Vigili del Fuoco, della Camera di Commercio, della Città metropolitana di Messina, dell’ANCE, dell’Azienda Sanitaria Provinciale, dell’INPS, dell’Inail, dell’Ispettorato del Lavoro, dei Segretari Generali di CGIL, CISL, UIL, dei Segretari Provinciali di Fillea Cgil, Filca Cisl, Feneal Uil, della Cassa Edile, dell’Ente Scuola Edile di Messina e dell’Ente Sicurezza Edile di Messina.

Preliminarmente, il Prefetto ha sottolineato la massima attenzione rivolta dalle Istituzioni agli eventi lesivi avvenuti nello svolgimento di una prestazione lavorativa, rispetto ai quali, recentemente, anche il Presidente della Repubblica ha evidenziato la necessità di un rafforzamento della cultura della legalità e della prevenzione.

Il Prefetto ha quindi riassunto le novità normative introdotte con il decreto legge 146/2021, che ha apportato delle significative modifiche al Testo Unico sulla sicurezza del lavoro, prevedendo, nell’ambito di una riforma strutturale, una riorganizzazione dei sistemi di controllo e vigilanza.

La recrudescenza di eventi lesivi gravi ed anche mortali, rimarcata dai rappresentanti delle sigle sindacali, pure nel territorio della Città metropolitana di Messina, è stata pertanto oggetto di approfondimento da parte degli intervenuti, con il precipuo fine di intraprendere un percorso di implementazione dei controlli, ma anche e soprattutto una valorizzazione, attraverso la riattivazione dell’Osservatorio istituito presso la Prefettura e la sottoscrizione di Protocolli di sicurezza, dei profili di prevenzione e formazione, accostando una costante opera di monitoraggio degli infortuni.

Nell’occasione, oltre ad una riflessione sui dati relativi all’ultimo triennio, sono state esaminate talune criticità, afferenti, a titolo esemplificativo, alle carenze di personale in capo agli organi ispettivi, rilevando come le ispezioni sui cantieri perseguano finalità non soltanto repressive, ma anche preventive, in ragione delle prescrizioni di adeguamento alla normativa impartite ai datori di lavoro.

Preso atto delle attività poste in essere dalle forze di polizia, attraverso una mappatura capillare finalizzata, altresì, ad accessi brevi e riguardanti sia l’edilizia pubblica sia privata, nonché con controlli congiunti che hanno portato a numerose contestazioni di irregolarità ed all’accertamento di un’alta percentuale di lavoro in nero, cui sono frequentemente correlate le violazioni in tema di sicurezza, il Prefetto ha preannunciato ulteriori ed imminenti incontri per condividere una sinergica strategia e procedere alla sottoscrizione di un Protocollo, in seno all’Osservatorio coordinato dalla Prefettura di Messina.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp