martedì, Settembre 27, 2022

Allerta meteo sul messinese già dal pomeriggio di domenica, i comuni invitano i cittadini alla prudenza

meteo

Il dipartimento di Protezione Civile ha diramato un avviso di condizioni meteorologiche con stato di allerta arancione già dal primo pomeriggio di oggi  – domenica 24 ottobre.

Sono attese abbondanti precipitazioni, oggi e nei prossimi giorni insieme a forti venti, soprattutto nella parte orientale della Sicilia. Le previsioni ipotizzano forti e consistenti piogge che in alcuni tratti potrebbero assumere il carattere del nubifragio.

Diversi Comuni, tra cui quelli di Milazzo, Capo d’Orlando e Brolo, raccomandano ai cittadini la massima prudenza e di rispettare le seguenti misure di auto-protezione (buone pratiche) per evitare comportamenti che mettano a rischio le vite umane.

allerta meteo

In particolare occorre:

– non sostare sui ponti o lungo gli argini o le rive di un corso d’acqua in piena;

– non sostare in aree soggette a esondazioni o allagamenti anche in ambito urbano;

– non tentare di arginare la massa d’acqua – spostarsi ai piani superiori;

– non percorrere un passaggio a guado o un sottopassaggio durante e dopo un evento piovoso, soprattutto se intenso, né a piedi né con un automezzo;

– allontanarsi dai luoghi se si avvertono rumori sospetti riconducibili all’edificio (scricchiolii, tonfi) o se ci si accorge dell’apertura di lesioni nell’edificio;

– allontanarsi dai luoghi se ci si accorge dell’apertura di fratture nel terreno o se si avvertano rimbombi o rumori insoliti nel territorio circostante (specialmente durante e dopo eventi piovosi particolarmente intensi o molto prolungati);

– non sostare al di sotto di una pendice rocciosa non adeguatamente protetta (sempre) o argillosa (durante e dopo un evento piovoso);

– allontanarsi dalle spiagge, dalle coste, dai moli durante le mareggiate;

– non sostare, non curiosare in aree dove si è verificata una frana o un’alluvione: possono esserci rischi residui e si ostacola l’operazione dei tecnici e dei soccorritori. 

Facebook
Twitter
WhatsApp