Aliquote Imu 2020, il Tar ha accolto il ricorso del Ministero dell’Economia e delle Finanze presentato contro il comune di Barcellona Pozzo Di Gotto

Municipio di Barcellona Pozzo di Gotto
Municipio di Barcellona Pozzo di Gotto

E’ stata annullata la deliberazione 23 del 10 giugno 2020 del consiglio comunale di Barcellona Pozzo di Gotto sulla determinazione delle aliquote dell’Imu per l’anno 2020. Così hanno deciso i giudici della terza sezione del Tar di Catania.

E’ stato accolto il ricorso presentato dal Ministero dell’Economia e delle Finanze contro il comune di Barcellona Pozzo Di Gotto, rappresentato dall’avvocato Corrado Rosina. Il comune del Longano aveva trasmesso al Ministero il 17 giugno 2020 la deliberazione consiliare.

Ritenendo che questo atto fosse viziato da illegittimità, Roma lo ha impugnato; ha ritenuto che vi fosse la violazione della legge di bilancio per il 2020 che prevede la possibilità per i comuni di deliberare l’aumento dell’aliquota dell’Imu dall’1,06% all’1,14 % in sostituzione della maggiorazione del tributo per i servizi indivisibili e cioè la Tasi, nella stessa misura applicata per l’anno 2015 e confermata fino all’anno 2019.

Il comune ha eccepito l’inammissibilità della richiesta del Ministero, per la mancata impugnazione di una deliberazione di identico contenuto relativa all’esercizio finanziario 2019. Il Tar ha rigettato l’eccezione, perché, a suo tempo, il comune non ha prodotto alcuna contestazione.

Nel merito poi si doveva verificare se il potere di deliberare l’aumento della misura dei tributi comunali sino a raggiungere la loro aliquota massima, nell’ipotesi di procedure di riequilibrio finanziario, potesse riguardare anche l’aumento previsto dalla legge nel 2019.

Visto che il consiglio comunale non ha mai deliberato, in relazione all’esercizio finanziario 2015 ed a quelli ad esso successivi sino al 2019, per l’Imu l’aliquota massima, i giudici hanno escluso, che l’avvio della procedura di dissesto finanziario avviata nel 2018, avesse potuto attribuire al comune quanto è stato impugnato dal Ministero.

Da qui l’accoglimento del ricorso e l’annullamento della delibera del consiglio comunale di Barcellona Pozzo di Gotto.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp