Regione: un fondo per progettare interventi della nuova programmazione comunitaria 2021-2027

Incontro governo-sindacati Pnrr 14 10 2021__

Un fondo di progettazione da 15 milioni di euro per comuni ed ex province per sfruttare la nuova programmazione comunitaria 2021-2027  e delle risorse residue del Pnrr non impegnate da Roma. Si partirà dal settore idrico e irriguo perché il tema dell’acqua è strategico.

Questo l’impegno del presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci annunciato nell’incontro di Palazzo Orléans a Palermo con i segretari generali regionali di Cgil, Cisl, Uil e Ugl. La Regione vuole fare comprendere al governo nazionale che gli interventi che ha inserito nel Pnrr, rispolverando vecchi progetti senza averli concordati con le Regioni, non coincidono con le priorità della Sicilia. Si vuole programmare un confronto con sindacati e istituzioni e attraverso un confronto vero con il governo centrale.

Dall’ambiente al lavoro, dalle imprese al digitale, dalle infrastrutture al welfare, è stato compiuto un primo passo verso un protocollo condiviso, per un utilizzo razionale e responsabile anche delle risorse della nuova programmazione 2021-27.

“Non nascondo, ha ricordato Musumeci, la fondatezza dei timori sulle capacità progettuali della Regione e degli enti locali. Non facciamo concorsi dal ’91 e se avessimo avuto i progettisti avremmo speso sino all’ultimo euro della programmazione precedente, che abbiamo trovato già definita ma senza progetti. Però non ci arrendiamo, abbiamo attivato tutte le risorse disponibili per farci trovare pronti.”

 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp