Oliveri: abuso d’ufficio, prosciolto il sindaco Francesco Iarrera

Palermo

Il gup del tribunale di Patti Ugo Molina ha prosciolto dall’accusa di abuso d’ufficio il sindaco di Oliveri Francesco Iarrera, difeso dagli Avvocati Rosanna Sofia e Giuseppe Ciminata.

Si contestava di aver procurato “a chi in passato aveva rivestito la qualità di tecnico comunale un vantaggio ingiusto consistito nel suo mantenimento in servizio nonostante l’avvio di un procedimento disciplinare da parte del precedente segretario finalizzato al licenziamento dello stesso”.

Sempre secondo l’accusa, avrebbe cercato di impedire il licenziamento del tecnico, disponendo che “il comune da lui rappresentato recedesse dalla convenzione per la gestione in forma associata del servizio di segreteria comunale con il Comune di Sant’Agata di Militello, con ciò determinando la decadenza della stessa segretaria dalla carica ricoperta e la contestuale sospensione del procedimento”.

Gli avvocati Rosanna Sofia e Giuseppe Ciminata hanno dimostrato la totale insussistenza delle accuse, considerato che la decisione di recedere dalla convenzione di segreteria del comune era già maturata da tempo, in funzione di un risparmio economico a vantaggio dell’ente. La documentazione prodotta dai difensori, avvalorata dalla testimonianza in udienza della nuova segretaria che nell’estate del 2019 assunse l’ufficio, ha chiarito la condotta legittima tenuta dal sindaco.

L’addebito si inserisce così nell’ambito dell’iter burocratico che ha portato al licenziamento del tecnico comunale condannato nel procedimento “Gotha III”.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp