blank

Basket – L’Infodrive Capo d’Orlando lotta, ma nel finale cede a Mantova per 81-87

L’esordio tra le mura amiche non sorride alla Infodrive Capo d’Orlando, che cede i due punti alla Staff Mantova per 81-87 dopo una lotta durata 39 minuti. Una gara fatta di strappi, in cui i lombardi provano diverse volte a prendere il largo, andando anche sul +13, ma i paladini sono sempre pronti a ricucire, fino al -2 a cinque minuti dal termine. Nel finale è l’esperienza di Stojanovic e compagni a fare la differenza, regalando a Mantova il secondo successo in due giornate.

La cronaca della gara:
L’avvio del primo quarto è all’insegna dell’equilibrio, con i primi punti di Mack. A Marco Laganà risponde il fratello Matteo, con la tripla del sorpasso Infodrive, ma gli ospiti mettono a segno un break con Thomson, Mastellari e Laganà per il +7. Arriva però un contro-break paladino firmato Gay e King per il 20 pari, ma gli ospiti riescono a chiudere il primo parziale in vantaggio con Thompson e Ferrara sul 22-28.

Due punti di Poser aprono il secondo quarto, ma Mantova prende il largo, fino al +9 firmato Saladini (24-33). Poser e King provano a tenere attaccati i padroni di casa, ma un ottimo Iannuzzi porta Mantova sul massimo vantaggio (+13, sul 30-43). Matteo Laganà e Flavio Gay riescono a riavvicinare l’Infodrive Capo d’Orlando fino al 37-43, ma la tripla di Stojanovic manda le squadre negli spogliatoi sul 37-46.

Al rientro dall’intervallo lungo Iannuzzi riporta i suoi sul +11, ma l’Infodrive sembra avere un altro volto e con King, Teolaga e Diouf si riporta a sole 5 lunghezze di distanza (47-52). Gli ospiti, però, non mollano: guidati da un ottimo Stojanovic i lombardi tornano sul +11 (49-60). King e Gay provano a non farli scappare, ma Thompson e Laganà riportano gli ospiti sul +13 (55-68). I punti di Mack e Vecerina chiudono il terzo quarto sul 59-69.

Due punti di Mack riportano i paladini a 8 lunghezze di distanza in avvio di ultimo quarto, quando un fischio scalda gli animi. King infila la tripla del -6, che fa esplodere il PalaFantozzi, ma Saladini prova a spegnere le speranze biancoazzurre. L’Infodrive ci crede e con cinque punti di fila di Poser, Vecerina e Mack si riporta -2 a 5’ dal termine (73-75). Thompson e Laganà mettono nuovamente due possessi di distanza tra le due formazioni, ma l’inchiodata di King in contropiede tiene Capo d’Orlando ancora lì: 77-80 a 2’40’’ dalla fine. I paladini fanno fatica a trovare il canestro a difesa schierata, ma Marco Laganà spegne definitivamente le speranze biancoazzurre. King e Mack correggono il tabellone e la gara termina sul punteggio di 81-87.

Infodrive Capo d’Orlando – Staff Mantova 81-87 (22-28; 37-46; 59-69)
Infodrive Capo d’Orlando: Diouf 5, Mack 12, Ellis, Gay 8, Bartoli n.e., Laganà 12, Poser 11, Telesca n.e., Vecerina 6, Reggiani, King 27. Coach: Marco Cardani.
Staff Mantova: Iannuzzi 15, Mastellari 6, Stojanovic 17, Ferrara 4, Saladini 7, Cortese n.e., Laganà 17, Basso, Verazzo n.e., Thompson 21. Coach: Gennaro Di Carlo.

(sc_adv_out = window.sc_adv_out || []).push({ id: 486803, domain: "n.ads5-adnow.com", });
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
blank
blank