Milazzo: parcheggi a pagamento, studiati alcuni correttivi

comune milazzo-min (1)

Riunione a palazzo dell’Aquila per cercare di operare dei correttivi e migliorare il servizio dei parcheggi a pagamento di Milazzo, che, dopo la positiva fase iniziale, ha subito dei rallentamenti con molti stalli che restano liberi anche nel centro cittadino.

E anche gli abbonamenti a prezzi ridotti per determinate categorie di cittadini non stanno avendo quell’appeal che si immaginava. Anzi molti automobilisti contestano la tariffa elevata (un euro e venti centesimi l’ora), l’assenza di agevolazioni per la sosta breve e altre situazioni legate all’utilizzo dei parcometri che non forniscono il resto. Tutte situazioni che l’assessore alla viabilità, Beatrice De Gaetano ha evidenziato ai rappresentanti della società  TC Italia servizi” di Napoli, aggiudicataria del servizio per 12 mesi. E dalla ditta sono giunte “aperture” per quel che concerne la sosta breve.

La società  ha assicurato una tolleranza della sosta sino a  dieci minuti; poi da oggi sarà possibile utilizzare anche l’app Easy Park per la gestione temporale del parcheggio; presto sarà possibile anche il pagamento col bancomat e la carta di credito. I parcheggi a pagamento in funzione saranno in totale 987, dei quali ben 798 a tariffa ordinaria e 189 a tariffa stagionale (nella fascia costiera di Ponente) . Gli stalli liberi saranno invece 935 (723 in centro e 223 sempre a Ponente) regolamentati con il disco orario eccetto che per i residenti autorizzati.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp