blank

Rapine seriali in tabacchi e supermercati, arrestati due giovani. Uno dei due in aeroporto

Facevano irruzione all’interno di supermercati, farmacie, distributori di carburante e tabaccherie, armati di coltelli o spranghe di ferro e con il volto travisato da passamontagna e  sotto la minaccia delle armi, riuscivano ad impossessarsi del denaro contenuto nelle casse.

Due pregiudicati di 26 e 19 anni sono stati arrestati dai Carabinieri della Stazione di Mascali in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare emessa dal G.I.P. del Tribunale di Catania, in ordine ai reati di rapina aggravata in concorso, furto aggravato in concorso e ricettazione.

Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica etnea, hanno fatto piena luce su una serie impressionante di rapine commesse dai malviventi a Mascali tra il 13 giugno ed il 24 novembre 2020: i due giungevano sul posto con dei mezzi ricettati o rubati (difatti gli viene contestato anche il furto di un motociclo poi utilizzato per una delle rapine).

I sistemi di video sorveglianza attivi nelle zone teatro delle rapine li hanno ripresi anche mentre incendiavano una Fiat Panda rubata, precedentemente acquistata da un ricettatore.

Gli investigatori dell’Arma, grazie all’analisi dei filmati, sono riusciti ad identificare i due, anche attraverso gli indumenti indossati (alcuni sequestrati nel corso di una perquisizione eseguita dai militari nelle abitazioni degli indagati).

Uno degli arrestati, il 26enne, è stato catturato dai carabinieri all’aeroporto internazionale di Catania mentre tentava di imbarcarsi per un volo diretto a Roma (anche se la meta finale pare fosse la Germania).  Gli indagati, dopo le formalità di rito, sono stati rinchiusi in carcere.

(sc_adv_out = window.sc_adv_out || []).push({ id: 486803, domain: "n.ads5-adnow.com", });
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
blank
blank