blank

Processo per lesioni: disposta l’assoluzione per una donna di Patti perchè il fatto non sussiste

Il giudice di pace di Patti Giulia Saitta ha assolto una donna di 28 anni, difesa dall’avvocato Maria Rita Mondello, perché il fatto non sussiste.

Doveva rispondere di lesioni nei confronti di due coniugi, costituitisi parte civile con l’avvocato Mariella Sciammetta. I fatti contestati sono accaduti a Patti il 25 luglio 2016, nel corso di una lite in strada. Al termine delle discussioni finali, il pm aveva chiesto la condanna ad 800 euro di multa.

Da quanto è emerso nel corso del dibattimento però non sono state accertate le circostanze relative ai fatti contestati e le prove dell’aggressione e dunque la responsabilità delle lesioni. Da qui l’avvocato Mondello aveva chiesto l’assoluzione ed in subordine il minimo della pena. Il giudice, così come richiesto dall’avvocato della difesa, ha disposto l’assoluzione perché il fatto non sussiste.

(sc_adv_out = window.sc_adv_out || []).push({ id: 486803, domain: "n.ads5-adnow.com", });
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
blank
blank