Covid – Su i contagi a Milazzo e Barcellona. Altre 4 vittime in provincia. In rianimazione un 40enne umbertino residente a Naso

Covid Sicilia

Oltre 430 i nuovi contagi registrati nello scorso week end in provincia di Messina. Dati che destano seria preoccupazione se si guarda all’incremento dei ricoveri ospedalieri e dei decessi. Altre 4 vittime nel fine settimana. Si tratta di 3 pazienti ricoverati al Policlinico di Messina, tutti non vaccinati e di un degente del Papardo. Il 29 agosto è morta al Policlinico una 96enne messinese. Il 30 agosto deceduti al Policlinico una donna 81nne e un uomo 91enne e, infine, al Papardo morto un uomo di 64 anni.

A Castell’Umberto, che piange la sua prima vittima legata al covid, il signor Salvatore Monastra, ora si teme per un 40enne originario di Castell’Umberto e residente a Naso e che vive al confine tra i due comuni. E’ stato ricoverato in rianimazione ed intubato. Il giovane non era vaccinato. Un duro colpo per gli umbertini, che contano 19 positivi al covid e solo 10 persone in quarantena. Ma il numero potrebbe tornare a salire.

2 guariti e 10 nuovi casi di positività a Santa Lucia del Mela, dove i soggetti positivi sul territorio comunale sono 24. Positivo al test rapido per il covid-19 il primo cittadino di Villafranca Tirrena, Matteo De Marco. “Per il momento non accuso problemi gravi, sicuramente anche grazie al fatto di aver effettuato un paio di mesi fa le due dosi di vaccino” ha rassicurato il sindaco. Nuovi contagi a Milazzo, che passa da 159 a 171 positivi al tampone, sei dei quali ricoverati in ospedale. Ed anche Barcellona Pozzo di Gotto registra un incremento di casi di positività, +5 gli attuali positivi che sono ora 131. Ricoverato un cittadino barcellonese. Sale il numero degli attuali positivi a Terme Vigliatore 46 in tutto. Un positivo in più anche ad Oliveri, che ora conta 21 casi.

Salgono a 6 i positivi  a Caronia con 10 persone in isolamento. Buone notizie da  Acquedolci, dove si registrano 2 guariti che fanno scendere ad 8 i soggetti positivi al tampone molecolare. 6 i casi a Torrenova, con sole 4 persone in quarantena precauzionale.

Continua, invece a salire la pressione sugli ospedali della provincia: 98 in tutto i ricoverati, + 3 rispetto a ieri: 50 i degenti al Policlinico, di cui 12 in rianimazione; 28 al Papardo, con 3 persone in terapia intensiva, 13 i pazienti a Barcellona P.G. e 7 al Piemonte.

 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp