venerdì, Maggio 27, 2022

La provincia di Messina è maglia nera sulle vaccinazioni anti-Covid: ecco i dati dei 108 comuni

amnotizie390100x

Ultima in Italia per percentuale di popolazione vaccinata in tutte le fasce d’età e prima per contagi, la Sicilia colleziona un nuovo primato negativo: negli ultimi cinque giorni più di una vittima di Covid su quattro è siciliana. Ed il primario di Malattie infettive dell’ospedale Cannizzaro di Catania avverte che “Non muoiono solo gli anziani, ma anche quarantenni e cinquantenni senza particolari patologie con un unico comune denominatore: non sono vaccinati contro il Covid”.

Il record di decessi è dunque l’altra faccia della medaglia della campagna vaccinale che arranca. Stando all’ultimo report settimanale sui vaccini, l’isola è un caso nazionale. Oltre il 21% degli over 80 non ha ricevuto nemmeno una dose, si scende al 19% nella fascia 70-79, per poi risalire nelle fasce 60-69 e 50-59, dove si tocca addirittura il 30%: e si tratta proprio di coloro che riempiono ospedali ed obitori.

Ed al primato negativo della Sicilia si aggiunge quello della provincia di Messina: solo il 63% degli over 12 residenti nel messinese è vaccinato. Seguono le province di Siracusa e Catania con una percentuale appena più alta. Poi al 69% Caltanissetta ed Enna, al 70% Trapani e Ragusa, mentre le migliori percentuali le fanno registrare Palermo ed Agrigento, rispettivamente al 73,6 ed al 73,8%.

Nella provincia di Messina primato negativo per il comune di Fiumedinisi, dove appena il 39% dei residenti ha ricevuto almeno una dose di vaccino. Solo comuni della zona ionica del messinese agli ultimi sette posti della classifica: Alì, Itala, Scaletta Zanclea, Savoca, Gaggi ed Alì Terme.

Il comune peggiore per vaccinazioni della zona tirrenica è al 101° posto ed è Tortorici, dove solo il 52,5% della popolazione residente ha ricevuto almeno una dose. Al 99° posto Castell’Umberto, con il 54,2%, mentre salendo ancora troviamo Santa Teresa di Riva, Pace del Mela, San Filippo del Mela e Furnari, tutti intorno al 56% di popolazione con almeno una dose.

Al primo posto della classifica il piccolissimo comune di Roccafiorita, mentre sul podio ci sono San Marco d’Alunzio e Mistretta, rispettivamente all’86 e 82% di popolazione vaccinata.

Ai primi posti tra i comuni con più di 10mila abitanti ci sono Capo d’Orlando e Sant’Agata Militello, dove oltre il 70% dei residenti ha ricevuto almeno una dose di vaccino e quasi il 59% ha completato il ciclo di immunizzazione.

Percentuali di poco più basse a Barcellona Pozzo di Gotto, con il 68,2% di residenti con almeno una somministrazione, mentre a Milazzo e Patti si scende fino al 64%.
Nella città di Messina, infine, poco più del 61% dei residenti ha ricevuto almeno una dose.

Qui i comuni in ordine di maggiore percentuale di vaccinati con almeno una dose:

Roccafiorita (88,95% con entrambe le dosi)
San Marco d’Alunzio (86,07% una dose, 72,61% due dosi)
Mistretta (82,12% una dose, 71,87% due dosi)
Limina (81,64% una dose, 72,69% due dosi)
Motta d’Affermo (81,04% una dose, 69,67% due dosi)
San Pier Niceto (80,93% una dose, 67,30% due dosi)
Mirto (79,88% una dose, 73,81% due dosi)
Castel di Lucio (79,69% una dose, 63,33% due dosi)
San Salvatore di Fitalia (79,32% una dose, 69,53% due dosi)
Ucria (78,97% una dose, 57,03% due dosi)
Brolo (77,70% una dose, 61,18% due dosi)
Frazzanò (77,13% una dose, 70,96% due dosi)
Alcara li Fusi (76,95% una dose, 67,06% due dosi)
Raccuja (76,80% una dose, 62,31% due dosi)
Reitano (76,29% una dose, 70,67% due dosi)
Ficarra (75,85% una dose, 63,54% due dosi)
Malvagna (75,37% una dose, 67,49% due dosi)
Moio Alcantara (75,36% una dose, 69,48% due dosi)
Galati Mamertino (74,61% una dose, 58,61% due dosi)
Pettineo (74,59% una dose; 61,58% due dosi)
Longi (74,59% una dose; 62,71% due dosi)
Santa Domenica Vittoria (73,40% una dose; 61,21% due dosi)
Roccella Valdemone (73,38% una dose; 63,59% due dosi)
Piraino (72,82% una dose; 59,17% due dosi)
Antillo (71,45% una dose; 64,54% due dosi)
Mongiuffi Melia (71,15% una dose; 57,70% due dosi)
Tusa (70,89% una dose; 59,81% due dosi)
Capo d’Orlando (70,71% una dose; 58,45% due dosi)
Militello Rosmarino (70,47% una dose; 58,34% due dosi)
Sant’Agata di Militello (70,42% una dose; 58,71% due dosi)
Caronia (70,20% una dose; 55,04% due dosi)
Motta Camastra (69,36% una dose; 63,93% due dosi)
Mandanici (68,49% una dose; 59,30% due dosi)
Acquedolci (68,27% una dose; 52,06% due dosi)
Barcellona Pozzo di Gotto (68,21% una dose; 54,69% due dosi)
Gallodoro (67,71% una dose; 53,29% due dosi)
Cesarò (67,43% una dose; 53,41% due dosi)
Basicò (66,79% una dose; 55,66% due dosi)
San Piero Patti (66,61% una dose; 52,92% due dosi)
San Teodoro (66,58% una dose; 53,35% due dosi)
Tripi (66,57% una dose; 54,53% due dosi)
Torrenova (66,46% una dose; 55,45% due dosi)
Torregrotta (66,46% una dose; 54,03% due dosi)
Santa Marina Salina (66,41% una dose; 53,90% due dosi)
Terme Vigliatore (66,34% una dose; 52,55% due dosi)
Letojanni (65,99% una dose; 53,16% due dosi)
Fondachelli-Fantina (65,81% una dose; 53,78% due dosi)
Rodì Milici (65,78% una dose; 52,48% due dosi)
Forza d’Agrò (65,55% una dose; 52,70% due dosi)
Falcone (65,37% una dose; 54,07% due dosi)
Capri Leone (65,17% una dose; 51,27% due dosi)
Santo Stefano di Camastra (65,16% una dose; 51,66% due dosi)
Castroreale (65,08% una dose; 55,32% due dosi)
Naso (64,77% una dose; 51,34% due dosi)
Malfa (64,76% una dose; 55,75% due dosi)
Roccavaldina (64,55% una dose; 55,75% due dosi)
Sant’Angelo di Brolo (64,53% una dose; 49,43% due dosi)
San Fratello (64,41% una dose; 46,80% due dosi)
Milazzo (64,15% una dose; 52,55% due dosi)
Casalvecchio Siculo (64,15% una dose; 57,76% due dosi)
Patti (64,10% una dose; 50,69% due dosi)
Montalbano Elicona (64,07% una dose; 52,74% due dosi)
Mazzarrà Sant’Andrea (63,48% una dose; 50,78% due dosi)
Capizzi (63,12% una dose; 49,17% due dosi)
Francavilla di Sicilia (62,37% una dose; 50,75% due dosi)
Novara di Sicilia (62,32% una dose; 51,96% due dosi)
Gualtieri Sicaminò (62,13% una dose; 48,27% due dosi)
Sinagra (61,89% una dose; 44,95% due dosi)
Saponara (61,86% una dose; 52,02% due dosi)
Monforte San Giorgio (61,66% una dose; 52,59% due dosi)
Roccalumera (61,60% una dose; 51,71% due dosi)
Messina (61,27% una dose; 50,71% due dosi)
Floresta (60,86% una dose; 56,32% due dosi)
Condrò (60,73% una dose; 51,95% due dosi)
Spadafora (60,72% una dose; 50,59% due dosi)
Leni (60,48% una dose; 50,48% due dosi)
Graniti (60,44% una dose; 50,88% due dosi)
Taormina (60,34% una dose; 48,38% due dosi)
Villafranca Tirrena (60,22% una dose; 50,74% due dosi)
Montagnareale (60,05% una dose; 46,98% due dosi)
Gioiosa Marea (60,00% una dose; 46,72% due dosi)
Librizzi (59,85% una dose; 48,91% due dosi)
Santa Lucia del Mela (59,44% una dose; 50,10% due dosi)
Lipari (59,43% una dose; 52,48% due dosi)
Venetico (59,19% una dose; 47,36% due dosi)
Furci Siculo (59,04% una dose; 49,03% due dosi)
Oliveri (58,63% una dose; 45,29% due dosi)
Merì (58,37% una dose; 44,91% due dosi)
Sant’Alessio Siculo (57,93% una dose; 47,90% due dosi)
Rometta (57,85% una dose; 48,55% due dosi)
Valdina (57,68% una dose; 47,67% due dosi)
Pagliara (57,52% una dose; 49,60% due dosi)
Furnari (56,99% una dose; 43,84% due dosi)
San Filippo del Mela (56,89% una dose; 45,59% due dosi)
Pace del Mela (56,61% una dose; 45,43% due dosi)
Giardini-Naxos (56,44% una dose; 46,31% due dosi)
Santa Teresa di Riva (56,24% una dose; 46,59% due dosi)
Nizza di Sicilia (55,98% una dose; 47,14% due dosi)
Castell’Umberto (54,21% una dose; 40,94% due dosi)
Castelmola (52,54% una dose; 42,07% due dosi)
Tortorici (52,50% una dose; 41,23% due dosi)
Alì Terme (51,95% una dose; 43,54% due dosi)
Gaggi (51,02% una dose; 37,07% due dosi)
Savoca (50,13% una dose; 41,93% due dosi)
Scaletta Zanclea (49,29% una dose; 39,76% due dosi)
Itala (48,91% una dose; 40,00% due dosi)
Alì (43,21% una dose; 38,63% due dosi)
Fiumedinisi (39,27% una dose; 32,09% due dosi)

Facebook
Twitter
WhatsApp