Torrenova, Castrovinci a Musumeci su nuove restrizioni anti-covid: ”Non farò nessuna ordinanza”

castrovinci 2

Il primo cittadino di Torrenova, Salvatore Castrovinci, si pronuncia sull’ordinanza regionale anti-covid e non le manda certo a dire al presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, con un post di fuoco pubblicato sulla sua pagina facebook.

“Musumeci, dopo aver ridotto le usca e i medici che si occupavano del tracciamento, dopo aver raggiunto la vetta come prima regione italiana per contagi, emana la sua solita ordinanza del 14 agosto per cercare di arginare una situazione ormai fuori controllo dovuta ai tagli sul sistema del tracciamento che è stato smantellato già a giugno.” Attacca Castrovinci. “Come sempre ordinanza piena di contraddizioni. Ditemi se è normale che da lunedì al comune e in tutti gli uffici pubblici possono entrare solo gli utenti con il Green pass mentre i dipendenti e gli amministratori comunali sono liberi di non vaccinarsi, per non parlare dei ristoratori che si dovrebbero trasformare in forze dell’ordine durante i ricevimenti e chiedere il Green pass ai clienti, mentre in altri luoghi gli assembramenti sono all’ordine del giorno.”

“I dati che leggiamo ci dicono chiaramente che il 90% delle terapie intensive e’ occupato da non vaccinati. Ora, ognuno di noi e’ libero di fare quello che ritiene opportuno, ma la nostra libertà finisce dove inizia quella degli altri, quindi non vaccinarsi significa mettere a repentaglio la vita di chi ci sta accanto.
“. Aggiunge il primo cittadino Torrenovese “Io lo dico senza mezzi termini con il dovuto rispetto di chi la pensa diversamente, il nostro parlamento, invece di perdere tempo con dpcm e confusioni varie, doveva fare solo una legge di due parole chiare e nette: vaccino obbligatorio!!! Solo così si poteva ricominciare a vivere e anche a convivere con il virus ,ma ormai purtroppo il covid-19 e’ diventato un grande business e in molti vogliono che questa pandemia non finisca mai.
Stiamo pagando la scarsezza della nostra classe politica che cerca ogni giorno di girarci attorno sull’importanza del
Vaccino, ma non trova il coraggio politico di renderlo obbligatorio e a pagarne le spese saranno sempre le imprese.” Infine il sindaco dichiara apertamente il suo “ammutinamento”: “P.S. Caro presidente non farò nessuna ordinanza non puoi ricordarti dei sindaci solo per toglierti delle responsabilità!!!”.

 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp