blank

San Piero Patti: resta in vigore la disposizione del comune sulla gara per la gestione di “Villa Marià”

Ricorso rigettato. Resta in vigore la determina adottata dal comune di San Piero Patti con la quale è stata rifiutata alla cooperativa “Servizi Sociali” l’aggiudicazione definitiva per l’affidamento del servizio di gestione in concessione della casa di riposo “Villa Marià” di San Piero Patti per cinque anni.

Così hanno deciso i giudici della quarta sezione del Tar di Catania. In questa vicenda sono contrapposti la cooperativa “Servizi Sociali”, rappresentata dall’avvocato Francesco Pizzuto ed il comune di San Piero Patti, rappresentato dall’avvocato Fulvio Cintioli. La sentenza del Tar è il terzo provvedimento amministrativo su questo caso, dopo il rigetto della sospensiva, sia al Tar e poi al Cga. La gara è stata indetta nel 2020 e la cooperativa fu l’unica a partecipare a questo appalto, per cui si era proceduto all’aggiudicazione provvisoria.

Questo il motivo del contraddittorio: la cooperativa ha ceduto ad una società finanziaria crediti per circa 620 mila euro vantati nei confronti del comune di San Piero Patti nell’ambito del servizio di ricovero di anziani, questione dibattuta nel 2013 davanti ad un lodo arbitrale.

Per il comune il lodo arbitrale ha dichiarato infondata la pretesa della cooperativa ad ottenere il pagamento delle fatture emesse e dunque è un credito inesistente, tanto che ha deciso di riavviare il procedimento per una nuova gara; per la cooperativa invece il lodo arbitrale non ha sancito l’insussistenza dei crediti, ma solo la loro inesigibilità, per cui essendo stata titolare di un credito, avrebbe potuto essere ceduto a terzi, a prescindere dall’esito del giudizio arbitrale.

Respinta la richiesta di sospensiva sia al Tar come al Cga, ora si è deciso nel merito. Per Il Tar il ricorso è infondato e va respinto. Il credito vantato dalla cooperativa era insussistente e dunque non avrebbe potuto essere ceduto. La cooperativa insiste invece sulla sussistenza dei crediti e per questo valuterà il ricorso al Cga.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
blank