blank

Afa e caldo inteso in Sicilia, settimana da bollino rosso. Attesi picchi fino a 42°

Si è aperta all’insegna del caldo africano la prima settimana d’estate, che astronomicamente si inaugura oggi. Come previsto dagli esperti, all’anticiclone subtropicale che staziona sul Mediterraneo, sta facendo salire le colonnine di mercurio, che rimarranno ben oltre la media stagionale almeno fino a giovedì 25 giugno.

Già da oggi l’anticiclone subtropicale, insieme a torride correnti nordafricane, ha provocato un sensibile aumento delle temperature. Cielo con nuvolosità stratiforme e con il tipico aspetto lattigginoso, a causa della presenza di elevate concentrazioni di polveri sahariane sospese nell’aria, che vedremo ancora almeno per per tutta la giornata di domani, quando l’ondata di calore diverrà ancora più intensa, per l’arrivo di masse d’aria dal Sahara.

Sono, infatti, attesi picchi di 42-44°C nelle aree dell’entroterra del catanese e del siracusano, fino a 38-40°C su palermitano e trapanese, che si manterranno, secondo le previsioni,  su questi valori almeno fino a giovedì prossimo, anche nell’entroterra ennese. Temperature lievemente inferiori sulle zone costiere per la presenza di brezze marine che causeranno, però, elevati tassi di umidità, con caldo molto afoso. I venti saranno per lo più deboli e i mari calmi o poco mossi.

Il Dipartimento regionale della Protezione Civile ha diramato nel tardo pomeriggio di oggi l’avviso n. 120 per rischio incendi ed ondate di calore. L’avviso pone la Sicilia a livello 2  – pre-allerta arancione per il rischio di incendi nella giornata di domani. Mentre per le province di Catania e Palermo è prevista un’ondata di calore di livello 2 per domani martedì 22 giugno e di livello 3  – rosso, per dopodomani, mercoledì 23 giugno.

blank

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
blank