Covid-19, il calo di contagi fa sperare la Sicilia nella “zona bianca”

coronavirus sicilia

Dopo mesi di restrizioni, la zona bianca potrebbe finalmente arrivare per una Sicilia ormai sfiancata dalla pandemia.

La prima data utile per la zona no limits è fissata per il 21 giugno. Il percorso però non è affatto privo di ostacoli.

L’Isola intanto per la prima volta è finalmente arrivata sotto la fatidica soglia dei 50 nuovi casi ogni 100mila abitanti: l’incidenza nell’isola è scesa da 53 a 47 in una settimana e ieri, addirittura a 45.

La media nazionale si attesta a 32, ma è evidente come i dati siano in netta discesa. Per raggiungere l’obiettivo però, la Sicilia dovrà mantenere un rapporto tra positivi e popolazione al di sotto dei 50 casi ogni 100 mila abitanti per tre settimane consecutive.

Il primo passo verso la zona bianca potrebbe esserci giovedì prossimo, quando l’Istituto Superiore di Sanità ricalcolerà la variazione settimanale dei positivi.

Se in quella data l’incidenza siciliana dovesse superare o già solo toccare i 50 casi ogni 100 mila abitanti, si dovrebbe rifare tutto daccapo e la prima data utile slitterebbe al 5 luglio.

I bollettini degli ultimi giorni, però, sembrerebbero scongiurare questa eventualità, perché i soggetti positivi continuano a diminuire, grazie anche all’aiuto della campagna vaccinale.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp