blank

“Suino nero dei Nebrodi”: ok alla denominazione. Grasso (FI): “Giusto valorizzare nostre eccellenze”

Importante passaggio verso il marchio D.O.P.  per il Suino nero dei Nebrodi e i prodotti da questo derivati. Con circolare datata 4 maggio 2021, l’Associazione Nazionale Allevatori Suini ha riconosciuto, infatti, la denominazione “Suino nero dei Nebrodi” annoverandola tra  quelle che possono essere legittimamente usate per la certificazione degli animali regolarmente iscritti al Libro genealogico e per i lori prodotti.

La denominazione “suino nero dei Nebrodi” è stata inserita nelle specifico elenco che riporta le denominazioni ammesse per gli allevamenti iscritti e ubicati nel territorio di riferimento, indicato nella tabella stessa.

“Dopo anni di interlocuzioni finalmente sarà possibile l’uso della denominazione “Suino nero dei Nebrodi” per promuovere e valorizzare i prodotti derivati dai suini neri allevati nel Parco dei Nebrodi. Ciò potrà risolvere problemi che avevano ostacolato l’iter per il riconoscimento della Dop e di altre iniziative volte alla tutela e valorizzazione della biodiversità locale. La strada è quella della condivisione con gli allevatori, i trasformatori, i tecnici del settore e l’Associazione Nazionale Allevatori Suini (ANAS) che curerà l’iscrizione nel libro genealogico. Tali iniziative sono a salvaguardia e promozione, con l’obiettivo di gratificare e proteggere produzioni di qualità straordinarie ed uniche. È un’opportunità da sfruttare, specie perché offerta in un contesto di estrema crisi per i prodotti di nicchia destinati soprattutto agli operatori del canale HORECA”. Così afferma la deputata di Forza Italia all’Ars, Bernardette Grasso.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
blank
blank
blank