lunedì, Giugno 27, 2022

Covid-19 – Nel messinese ultimo giorno di zona rossa a Barcellona; a S. Agata M.llo restano chiuse scuole, ville e mercati

Covid Sicilia

Nell’ultimo bollettino del Ministero della salute, sono 98 i nuovi casi positivi al coronavirus nella provincia di Messina, che ieri ha contato un’altra vittima legata al covid-19, una 84enne messinese deceduta al Policlinico della Città dello Stretto.

Per quanto riguarda i dati dei singoli comuni a Torrenova ieri sera il sindaco ha ufficializzato due nuovi casi di positività al covid-19, che fanno salire a 15 il numero degli attuali positivi. Su 71 tamponi molecolari processati, infatti, 2 soggetti sono risultati positivi  e si tratta di un familiare di un soggetto già positivo e di una conferma di un test rapido positivo. Scendono così da 52 a  24 le persone in  isolamento/quarantena.

Buone notizie da Barcellona PG, dove finirà alla mezzanotte di oggi l’incubo zona rossa. Mentre scendono da 236 a 222 gli attuali positivi, l’ASP ha infatti, comunicato che l’indice cumulativo dei contagi nell’ultima settimana di riferimento si attesta a 73 nuovi casi di positività, ben al di sotto della soglia prevista per la zona rossa, per la quale la stessa Asp non chiederà al Presidente della Regione Siciliana la proroga. Nel comune del Longano nessun focolaio si è verificato in ambito scolastico o lavorativo. Sei invece, invece i focolai familiari.

Ancora in calo il numero degli attuali positivi anche a Milazzo, che da 143 scendono a 140.

A S. Agata di Militello sono 47 gli attuali positivi, ma come comunica il sindaco, Bruno Mancuso, sono circa una decina le persone che hanno completato il periodo di isolamento e quindi pronte a ricevere le relative disposizioni di conclusione dai medici di famiglia. Il primo cittadino, vista la situazione pressoché stabile della curva epidemiologica nel centro tirrenico, ha preannunciato che verrà prorogata l’ordinanza sindacale emanata lo scorso 18 aprile: scuole, ville comunali, mercati e attività ricreative resteranno pertanto chiusi ancora fino a domenica 2 maggio. Serrati, in questi giorni, i controlli delle forze dell’ordine sul territorio comunale, per far rispettare l’ordinanza.

Facebook
Twitter
WhatsApp