blank

L’Orlandina Basket batte Bergamo 73-72 e fa festa: evitato il girone nero

L’Orlandina Basket riesce a togliersi dalla spalla la scimmia del girone nero, battendo Bergamo al PalaFantozzi in una gara dal finale al cardiopalma, con il punteggio di 73-72.
Match non proprio bello da vedere, ma senza dubbio appassionante e carico di emozioni. Con i due punti conquistati oggi i paladini salgono a quota 22, riuscendo così a chiamarsi fuori dai giochi per gli ultimi due posti, lasciando ad Orzinuovi, Biella e Bergamo la lotta a tre.
Tra i paladini, ancora ottime le prove del duo USA Johnson e Floyd, che chiudono rispettivamente con 20 e 19 punti. In doppia cifra anche Flavio Gay, che ne mette a segno 10, poi 9 per Taflaj e 5 punti e 10 rimbalzi per Samuele Moretti.

La cronaca della gara:
La tensione in campo è palpabile già dall’avvio di gara e con errori da ambo i lati dopo due minuti di gioco il punteggio è sul 4 pari. Bergamo prova a scappare con cinque punti di fila di Zugno e due di Easley (4-11), ma ci pensano Floyd e Johnson a riportare i paladini ad un solo punto di distanza (12-13). Le triple di Masciadri e Vecerina, però, chiudono il primo quarto sul 14-19.

Bergamo inizia bene il secondo parziale, portandosi sul +10 (14-24). Capo d’Orlando reagisce con Diouf e Floyd, ma gli ospiti si mantengono a distanza e toccano il +11 con Masciadri e Vecerina (21-30), Floyd e Johnson riportano i paladini sul -5 (25-30), ma Bergamo si mantiene a tre possessi pieni di distanza (27-36). Taflaj tiene ancora attaccati i suoi, ma Bedini e la tripla di Da Campo valgono un nuovo +11 (30-41). Del Debbio e Taflaj accorciano fissando il punteggio sul 34-41 all’intervallo lungo.

Al rientro dagli spogliatoi Easley e Pullazi allargano la forbice fino al nuovo +11 (37-48). Gay e Johnson si caricano sulle spalle i biancoazzurri e riportano Capo d’Orlando sul -5 (43-48). Pullazi mette la tripla, ma sono ancora Floyd e Gay a tenere in vita i paladini e a riportarli sul -3 (50-53). Vecerina e Johnson in lunetta chiudono il terzo periodo sul 52-55.

È la tripla di Conti, in avvio di ultimo quarto, ad impattare la gara a quota 57. Sono dieci minuti lunghissimi, gli ultimi, al PalaFantozzi, e Pullazi è preciso in lunetta, ma Capo d’Orlando passa in vantaggio, per la prima volta nella gara, con Diouf e Moretti (61-59). Dura troppo poco, perché Vecerina e Jones riportano Bergamo sul +3 (61-64). La tripla di Gay impatta nuovamente a quota 64 a 5’ dalla fine. Johnson è preciso in lunetta, ma la tripla di Jones dà ancora speranze, con Bergamo ancora sul +1 (66-67). Taflaj infila la tripla, mentre Jones riporta tutto in parità a quota 69. Gli ultimi due minuti sono al cardiopalma: Moretti segna e poi ne mette solo uno in lunetta per il 71-69. Il gioco da tre punti di Pullazi riporta tutto in parità a quota 72, ma è l’1/2 di Floyd a chiudere la gara sul 73-72.

Orlandina Basket – Bergamo Basket 73-72 (14-19; 34-41; 52-55)
Orlandina Basket: Diouf 5, Ravì n.e., Taflaj 9, Conti 3, Gay 10, Floyd 19, Laganà n.e., Johnson 20, Del Debbio 2, Triassi n.e., Telesca n.e., Moretti 5. Coach: Marco Sodini.
Bergamo Basket: Da Campo 5, Bedini 4, Seck, Vecerina 10, Jones 11, Masciadri 10, Piccinni n.e., Easley 6, Pullazi 21, Zugno 5. Coach: Marco Calvani.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
blank