Furnari: progettazione dell’area costiera

Furnari

Sarà l’ingegnere Francesco Lo Presti di Barcellona a redigere il progetto esecutivo dei lavori urgenti di sistemazione e protezione delle aree costiere in erosione nel tratto tra il torrente Siena e Portorosa a Furnari.

L’amministrazione di Maurizio Crimi potrà giovarsi delle somme stanziate per la progettazione di questo intervento dal Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali e cioè 140 mila euro. Invece 203 mila euro è stata ottenuta per progettare il consolidamento a protezione dell’agglomerato urbano e della stradella comunale di contrada Zurà a seguito dei danni del 5 e 6 dicembre 2020.

Il professionista barcellonese percepirà un importo di oltre 76 mila euro. La relazione geologica, per oltre 40 mila euro, sarà invece a cura del geologo Tindaro Miligi di Tripi. La costa è stata flagellata dai marosi e a seguito degli eventi alluvionali del 2008, fu dichiarato lo stato di calamità naturale e l’intera area del centro urbano fu censita “R4” – rischio molto elevato – del piano per l’assetto idrogeologico.

Per poter partecipare ai bandi regionali, nazionali ed europei, sarebbero stati necessari i progetti esecutivi ed in tal senso l’esecutivo Crimi ha preso atto del decreto del dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali del 7 dicembre 2020, con il quale è stata disposta l’assegnazione dei due contributi per la copertura delle spese di progettazione definitiva ed esecutiva.

E’ stato invece l’ufficio contro il dissesto idrogeologico, guidato dal presidente della Regione Nello Musumeci, ad affidare la progettazione per le opere di difesa e ricostituzione della spiaggia in contrada Saiatine; anche questa parte del territorio fu violentata dall’alluvione del dicembre 2008. Importo dell’intervento circa 1.600.000 euro.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp