blank

Mazzarrà Sant’Andrea, rigetto della sospensiva, il progetto della Srr può proseguire

Rigetto della sospensiva. Il progetto della Srr Messina Provincia può proseguire.

Questo il responso dei giudici della seconda sezione del Tar di Catania sull’istanza cautelare e sul ricorso proposto dal comune di Furnari, rappresentato dall’avvocato Guido Barbaro; è stato presentato contro la “Srr Messina Provincia”, rappresentata dall’avvocato Fulvio Cintioli, il comune di Mazzarrà Sant’Andrea, rappresentato dall’avvocato Oreste Puglisi e contro la Regione. Poi nei confronti di “Tirrenoambiente spa” in liquidazione rappresentata dall’avvocato Oreste Puglisi e di “Asja Ambiente Italia spa” di Torino, l’azienda che deve realizzare l’intervento a Mazzarrà Sant’Andrea, rappresentata dagli avvocati Andrea Sticchi Damiani e Sergio De Giorgi. E’ intervenuta ad adiuvandum l’associazione “Mediterranea per la Natura Onlus” rappresentata dall’avvocato Antonino La Rosa ed altri enti e cittadini rappresentati dall’avvocato Angela Maria Pino.

Era stato chiesto l’annullamento, previa sospensiva, degli atti amministrativi che hanno portato all’aggiudicazione della gara per la realizzazione e gestione in project financing del polo impiantistico da realizzare in contrada Zuppà di Mazzarrà Sant’Andrea. Per il Tar, al momento, non sussiste alcun rischio di pregiudizio grave e irreparabile per la salute degli abitanti del comune di Furnari, sia perchè il progetto non sarà realizzato nell’immediato e sia perchè è subordinato alle necessarie autorizzazioni ambientali. Da qui il Tar ha respinto l’istanza cautelare e ha fissato l’udienza nel merito per il 3 novembre 2021.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
blank